Di Martedì, Virginia Raggi (X) intervistata da Floris: ‘Se vuole ogni tanto tiro la cordicella’

Nella puntata andata in onda il 17 gennaio 2017, La7 ha trasmesso la prima intervista TV da sindaca di Roma: è stata un botta e risposta continuo col conduttore che ogni tanto le ha rifilato il tormentone dell'arresto di Marra

da , il

    Di Martedì, Virginia Raggi (X) intervistata da Floris: ‘Se vuole ogni tanto tiro la cordicella’

    Virginia Raggi rilascia a Di Martedì la sua prima intervista da sindaca di Roma. Giovanni Floris ospita l’amministratrice grillina nella puntata trasmessa su La7 martedì 17 gennaio 2017 in prima serata. L’intervista, che dura quasi quaranta minuti di fila, ad alcuni sembra un vero e proprio botta e risposta continuo. Il padrone di casa rimprovera ‘errori di metodo’ alla politica del Movimento Cinque Stelle. Lei, di tutta risposta, dice al giornalista in passato al timone di Ballarò di farle ‘domande mal poste’.

    Già dall’inizio dell’intervista, infatti, a Di Martedì Giovanni Floris mostra i primi dubbi su come chiamare Virginia Raggi: se ‘sindaco’, ‘sindaca’ oppure ‘avvocato’. Lei subito replica dicendo ‘Mi chiami Virginia’, ma Floris decide di rivolgersi a lei comunque con ‘sindaca’.

    Ma non è certamente solo questo il motivo della tensione tra i due respirata martedì 17 gennaio 2017 negli studi di La7 e da chi ha visto la trasmissione da casa.

    In particolare, durante l’intervista Floris e la Raggi si contrappongono soprattutto sul tema dell’arresto di Raffaele Marra, uno dei collaboratori più stretti della sindaca di Roma. La Raggi parla di un ‘errore di valutazione’, Floris invece poco dopo le chiede se si senta mai ‘inadeguata’ nel suo ruolo politico. Lei, però, di tutta risposta replica sostenendo che ‘questa domanda è mal posta’.

    Successivamente, capito l’andazzo della lunga intervista a Di Martedì, Virginia Raggi frena il conduttore, ne anticipa i tempi e dice di aver capito che il giornalista ha una nuova domanda legata all’argomento Marra, tema, questo, che da quel momento in poi diventerà un vero e proprio tormentone (o ossessione, come volete), a tal punto che la stessa Raggi sbotterà con ironia, rivolgendosi così al giornalista ora in forza a La7:

    ‘Se vuole – questa la frase da lei pronunciata – ogni tanto tiro la cordicella e lo ripeto’. Come a dire, è l’ennesima volta che le dico che ho sbagliato.

    Inoltre, altro botta e risposta tra i due c’è quando il programma di La7 mostra alla sindaca di Roma una foto che la ritrae sui tetti romani in compagnia di un funzionario del comune.

    La Raggi si difende, smentendo le ipotesi di chi dice che va lì per evitare le ‘cimici’ nascoste in Comune, ma aggiunge anche di farlo perché ‘in primavera ci sono i gabbiani che nidificano’. ‘I gabbiani ci sono per la mondezza’, replica quindi Floris riportando l’ospite a dati di realtà.

    Infine, verso la conclusione del blocco, Floris ammette che è ‘un lavoraccio anche fare le interviste’. Lo fa in risposta alla sindaca che lamenta di essere interrotta di continuo. Quando, però, il conduttore dimentica il numero del cartello da mostrare in TV, la Raggi ne approfitta e così dice rivolgendosi al conduttore: ‘Quindi commette qualche errore anche lei!’.

    Cosa dice su Twitter Riccardo Bocca di Virginia Raggi a Di Martedì? Il critico TV dichiara di attendere una intervista ‘altrettanto strepitosa di Floris a Gentiloni o Renzi’, ricordando anche come ‘la televisione, nella sua implicita cattiveria, sta annullando Virginia Raggi mostrandola in tutto il suo poco’.