Dexter, la pubblicità che copia i giornali

Dexter, la pubblicità che copia i giornali

Dexter ha deciso di rendere omaggio (e pubblicizzare la terza stagione) ad alcuni giornali cult americani, immaginando come starebbe Michael C

    Anche nell’era di internet, le copertine dei magazine hanno un loro fascino ed una loro importanza, tanto che ancora si dice “ragazza copertina” e non “ragazza home page”: ebbene, Dexter ha deciso di rendere omaggio (e pubblicizzare la terza stagione) ad alcuni giornali cult americani, immaginando come starebbe Michael C. Hall sulla loro copertina: tutte le testate sono state adattate a Dexter, ma la grafica di fondo rimane invariato.

    Ogni pubblicità è stata inviata al magazine di ‘competenza’, e così su Rolling Stones c’è una pubblicità di Dexter che ‘riecheggia’ la copertina del giornale stesso: la terza stagione di Dexter, lo ricordiamo, comincia il 28 settembre sulla Showtime.

    Ogni ‘copertina pubblicitaria’, come potete vedere dalla nostra gallery che ne contiene 5, vede protagonista il nostro Dexter Morgan, ed il titolo della serie rimpiazza la testata del magazine pur mantenendo lo stesso carattere: GQ diventa DQ (Dexter Quarterly), con la ‘cover line’ trasformata in “In cool blood”; il New Yorker diventa New Dexter, mentre lo Us Weekly diventa Dexter Weekly, con la cover line che suona “He’s drop-dead gorgeous”.

    L’idea, spiega il vicepresidente esecutivo della sezione marketing creativo, ricerca e media digitali alla Showtime, è nata basandosi sullo slogan di lancio della seconda stagione “America’s favorite serial killer returns” (Torna l’assassino favorito d’America): “Questo, spiega Len Fogge, suggeriva che il personaggio fosse una celebrità, parte di una cultura popolare…un ragazzo copertina“.

    La campagna è opera della Red Group, unità creativa interna al canale americano, e della Initiative unit of the Interpublic Group of Companies: le spese stimate sono di 4.6 milioni, e Dexter apparirà su Details, Esquire, Interview, Los Angeles, The Los Angeles Times Magazine, The New York Times Magazine, Rolling Stone, Vanity Fair e Wired.

    Su Rolling Stone e Us, la pubblicità farà da copertina ad un inserto speciale di otto pagine sulla terza stagione di Dexter, mentre nei cinque magazine di proprietà della Condé Nast Publications unit of Advance Publications — ossia Details, GQ, The New Yorker, Vanity Fair e Wiredla pagina sarà la prima di un supplemento di quattro. Negli altri giornali, invece, solo una pagina pubblicitaria.

    Da segnalare che tutte le pagine saranno ‘marcate’ con la parola “advertisement”, in carattere piccolo, ma pur sempre presente: un modo per soddisfare la “American Society of Magazine Editors”, che fa una netta distinzione tra pubblicità e contenuti editoriali, ma in generale gli editori e i direttori dei giornali sono stati soddisfatti dall’omaggio.

    Ricordiamo che Dexter, nella sua seconda stagione, è stata la serie più guardata nella storia della Showtime, con 2.4 milioni di telespettatori; secondo alcune stime, la messa in onda sulla CBS ha invece fatto accorrere davanti alla tv 7.1 milioni di telespettatori, che – ma non è detto – dovrebbero in parte riversarsi sulla Showtime. In Italia, da venerdì scorso (5 settembre, ndr) alle ore 23.05, Italia 1 propone i 12 episodi della prima stagione, già trasmessi lo scorso autunno sul canale satellitare Fox Crime.

    Dexter: Dietro le quinte terza stagione

    706

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI