Dario Argento come Hitchcock, presenta Masters of Horror

Dario Argento come Hitchcock, presenta Masters of Horror

Andranno in onda su Sky Cinema Max i primi 13 episodi di Masters of Horror

    Sarà niente di meno che Dario Argento a presentare la serie tv americanaMasters of Horror“, la cui prima stagione conta 13 episodi. La serie è nata quasi per scherzo, quando il regista Mick Garris (noto per gli adattamenti televisivi dei libri di King, tra cui Shining), a cena con alcuni dei più grandi nomi del genere horror/splatter, decise di creare una serie che si ispirasse ai celebri B-movie: tanta creatività, nessuna censura, poco budget. Pochi mesi dopo, il canale via cavo Showtime manderà in onda i 13 episodi, della durata di circa un’ora, costati all’incirca 2 milioni di dollari ciascuno.

    Adesso la prima stagione (ne è stata girata e mandata in onda anche una seconda) verrà trasmessa a partire da domenica 3 giugno in prima serata su Sky Cinema Max, che però non rispetterà la programmazione originale: nelle prime quattro puntate, Dario Argento presenterà proprio il suo “Jenifer” (un po’ sottotono come tutti gli ultimi lavori del regista, parla di una donna dal corpo perfetto e dalla faccia sfigurata che – come le sirene – seduce le sue vittime), “Deer Woman” di John Landis (la storia di una donna cervo), Homecoming di Joe Dante (un film molto “politico”, applauditissimo durante la presentazione alla 23esima edizione del Torino Film Festival) e Cigarette Burns di John Carpenter (un cercatore di film rari va alla ricerca di una pellicola maledetta). Gli altri 9 episodi andranno invece in onda a fine settembre, dopo la pausa estiva.
    Questi i titoli dei 13 episodi, secondo la messa in onda della Showtime: “Incident On and Off a Mountain Road” di Don Coscarelli, “H.P. Lovecraft’s Dreams in the Witch-House” di Stuart Gordon, “Dance of the Dead” di Tobe Hooper (con Robert Englund), ‘”Jenifer” di Dario Argento, “Chocolate” di Mick Garrii, “Homecoming” di Joe Dante, “Deer Women” di John Landis, “Cigarette Burns” di John Carpenter, “Fair Haired Child” di William Malone, “Sick Girl” di Lucky McKee, “Pick me up” di Larry Cohen, “Haeckel’s Tale” di John McNaughton, “Imprint” di Takashi Miike.

    397