Daria Bignardi: Le Invasioni Barbariche chiude? La conduttrice spiega il perché e critica il format

Daria Bignardi: Le Invasioni Barbariche chiude? La conduttrice spiega il perché e critica il format

Daria Bignarsi risponde

    Daria Bignardi ancora sulla domanda: Le Invasioni Barbariche chiude? La conduttrice ha spiegato le ragioni della chiusura anticipata e ha criticato il format. D’altronde, qualcosa sarà pur successo se è vero che gli ascolti si sono rivelati più deludenti di quanto previsto. La presentatrice ha rivelato la sua opinione da un pulpito privilegiato: il Corriere della Sera, al quale ha rilasciato una lunga intervista. La conclusione è amara: Daria Bignardi non ha sa se Le Invasioni Barbariche tornerà l’anno prossimo e – per dirla tutta – non ci sta nemmeno pensando. Intanto il fantasma di Myrta Merlino incombe: sarà lei, probabilmente, a sostuire la conduttrice.

    Tre ore e un quarto per un programma di interviste sono troppe. Non faccio misteri di soffrire questo formato, perché lo trovo troppo lungo per un prodotto come Le invasioni barbariche‘. Con queste poche parole Daria Bignardi ha stroncato il format del programma. La ragione del calo degli ascolti sarebbe quindi essenzialmente questa.

    La conduttrice ha anche confermato che gli ospiti vengono soprattutto per promuovere i loro prodotti e ciò, a suo dire, non è positivo. Innanzitutto perché il questo genere di personaggi li si vede anche altrove, e quindi il programma perde l’esclusiva, ma anche perché ‘l’ospite migliore è quello che non ha nulla a che vedere con queste dinamiche‘.

    Aggiornamento del 30 marzo 2015 a cura di Giuseppe Briganti

    Le Invasioni Barbariche 2015 chiusura anticipata: Daria Bignardi sostituita da Myrta Merlino

    Le Invasioni Barbariche verso la chiusura anticipata? I rumor su Daria Bignardi (e su Myrta Merlino) si sono diffusi in lungo e in largo. La notizia è stata ripresa da molti giornali. Il motivo? Gli ascolti di questa edizione, giunta alla nona puntata, non avrebbero soddisfatto la dirigenza, che quindi avrebbe optato per eliminare dal palinsesto le ultime due puntate. Ancora ci si interroga sulla veridicità della notizia, sebbene sia intervenuto Urbano Cairo di La7 a specificare la situazione de Le Invasioni Barbariche e a chiarire sulla presunta sostituzione del programma con Myrta Merlino, che sarebbe quindi chiamata a condurre una versione da prima serata de l’Aria che Tira.

    Non è la prima volta che il programma Le Invasioni Barbariche è protagonista di una polemica. In genere, però, queste hanno riguarda i contenuti. Memorabile la querelle scaturita dall’intervista ad Alessandro Di Battista, giudicata troppo ostile dal responsabile della comunicazione M5S Rocco Casalino.

    Fuori dagli studi, hanno fatto molto scalpore le dichiarazioni di Enrico Ruggeri, infastidito per l’annullamento – all’ultimo momento – della sua partecipazione.

    Questa volta la polemica, se così si può chiamare, è scoppiata per una questione di audience. I risultati di questa edizione sono stati deludenti, o almeno inferiori alle attese. Dunque, quando è stata pubblicata la notizia che le puntate sarebbero state ‘solo’ dieci, e non dodici come annunciato qualche mese fa, inevitabile è nato il sospetto che Le Invasioni Barbariche stessero andando incontro a una chiusura anticipata. Alcuni giornali, poi, tra cui Il Messaggero, hanno dato per certo la staffetta Daria Bignardi – Myrta Merlino (dunque il palinsesto di La7 verrebbe occupato da una versione ‘prima serata’ de L’Aria che Tira).

    Una cosa è certa, se la notizia è vera, i dati dell’audience rappresentano un ottimo motivo per la chiusura anticipata. Le prime nove puntate hanno raggiunto una share media del 3%, che vuol dire poco più di 600.000 telespettatori. Un po’ poco rispetto agli standard a cui ci ha abituato Daria Bignardi.

    Qualche ora fa, però, è intervenuto l’editore di La7 Urbano Cairo a dirimere ogni dubbio. Non ha smentito la chiusura alla decima puntata, ma ha rigettato l’aggettivo ‘anticipata’. Si legge in una nota dell’Ansa. ‘Erano previste dieci puntate, come da contratto con Endemol. Poi potevano essere anche undici, ma il programma ha fatto la sua stagione. Quanto alla prossima stagione, abbiamo tutto il tempo per pensarci: ci ragioneremo con tranquillità insieme a Daria Bignardi’.

    Questa tesi è stata ripresa dalla stessa conduttrice oggi. Un post sulla sua pagina Facebook sembra confermare la versione dell’editore: la Rete aveva previsto in verità solo dieci puntate, quindi sarebbe improprio parlare di chisura anticipata. C’è spazio anche per qualche recriminazione: ‘Questa la noiosa e irrilevante realtà. Se qualcuno ne costruisce di diverse e drammatizzanti è segno di quanto Invasioni stiano a cuore a molti, nel bene e nel male, e di questo ringraziamo tutti: a stasera‘.

    863

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI