Da Brick, Mike Tyson ‘protagonista’ di una serie tv di Spike Lee e Doug Ellin per HBO?

Da Brick, Mike Tyson ‘protagonista’ di una serie tv di Spike Lee e Doug Ellin per HBO?

Spike Lee, Mike Tyson e Doug Ellin: tre talenti in tre campi diversi, che potrebbero unirsi allo sceneggiatore John Ridley per produrre (Ellin) e dirigere (Lee) una miniserie, Da Brick, sul campione della boxe (Tyson)

    mike tyson

    Spike Lee, Mike Tyson e Doug Ellin: tre talenti in tre campi diversi, che potrebbero unirsi allo sceneggiatore John Ridley per produrre (Ellin) e dirigere (Lee) una miniserie, Da Brick, sul campione della boxe (Tyson). La storia dovrebbe essere una narrazione contemporanea su cosa significhi essere un giovane uomo di colore in un’America che si suppone aver superato la questione razziale.

    Da Brick, secondo quanto riportato da Deadline, sarà ambientata a Newark (città del New Jersey che ha il soprannome di ‘brick city’) e sarà vagamente ispirata alla vita di Tyson: il progetto è ancora in fase di sviluppo, ma HBO ha già assunto un direttore di casting che cerchi giovani attori di colore che siano credibili anche sul ring.

    Lo show è nato durante la comparsata di Tyson sul set di Entourage, comedy di Doug Ellin per HBO che chiuderà con la sua ottava stagione: “Mike mi ha chiesto di fare con la sua vita quello che avevo fatto con la vita di Mark Wahlberg (che ha ispirato Entourage, ndr). L’idea iniziale – ha detto Ellin – era quella di fare un ‘Entourage che incontra The Wire’, una storia avvincente su un boxer dagli alti e bassi e sulla sua crew, un Entourage in versione più drammatica“.

    Ellin non sarà sceneggiatore di “Da Brick”, una scelta che ha ‘agevolato’ l’inserimento di Spike Lee (che per HBO ha diretto “When the Levees Broke” e il seguito “If God Is Willing and Da Creek Don’t Rise”, i due documentari su New Orleans post Katrina) quale regista del pilot: visto che il creatore di Entourage ha pensato che non sarebbe stato capace di sceneggiare questo show, insieme a Jim Lefkowitz ha deciso di diventarne produttore esecutivo attraverso la loro compagnia; Leftowitz ha scelto John Ridley, che ha sua volta ne ha parlato a Lee.

    348