Current, tre speciali Vanguard sul Giornalismo Indipendente

Current, tre speciali Vanguard sul Giornalismo Indipendente

Vanguard inizia il suo 2010 con tre speciali dedicati al gionalismo investicgativo indipendente

    Tre speciali sul gionalismo d’inchiesta

    Current (Sky, 130) offre tre puntate speciali di Vanguard, che inagura stasera il suo 2010, sul Giornalismo d’Inchiesta Indipendente: tre martedì, a partire da oggi alle 23, che ruotano intorno al lavoro del reporter investigativo, alle tecniche utilizzate, ai rischi connessi alle ‘trappole’ delle nuove tecnologie. Protagonisti dei tre speciali firme autorevoli del nostro giornalismo investigativo, da Milena Gabanelli ad Andrea Cairola (regista di Citizen Berlusconi) ospiti della prima puntata, da Riccardo Iacona a Gianni Barbacetto. Si parte con i rischi e le opportunità delle intercettazioni telefoniche.

    Abbiamo cercato di scoprire cosa c’è dietro il lavoro dei reporter investigativi. Abbiamo approfondito tecniche, difficoltà, segreti del mestiere, dubbi e rischi del giornalista d’inchiesta che oggi si deve misurare con le trovate hi-tech offerte dalla Rete, dai sistemi di comunicazione e dalle nuove tecnologie“: le parole di Andrea Cairola, curatore della prima puntata di Vanguard datato 2010 sono un ottimo lancio per le tre puntate speciali in onda a partire da stasera. Il primo appuntamento, in onda alle 23.00, si occupa delle intercettazioni telefoniche, “Inchieste e telefonini un’arma a doppio taglio”, che mette in evidenza il duplice volto della telefonia mobile, un rischio perché espone il giornalista alla possibilità di intercettazione con con software reperibili su internet per 100 euro, un’opportunità perché permette di ‘raccogliere’ storie altrimenti misconosciute.

    Il mestiere del giornalista d’inchiesta è il più bello del mondo” dice dal canto suo Milena Gabanelli, altra protagonista del Vanguard in onda questa sera. Il menu propone anche una visita nella redazione parigina del Canard Enchainè, storico giornale satirico d’Oltralpe, un’intervista al giornalista russo Andrej Soldatov, collega di Anna Politovskaya e una al segretario generale di Reporters Sans Frontieres, Jean Francois Julliard. Ospiti anche Carlo Bonini, giornalista di Repubblica che ha rivelato l’esistenza di una centrale di intercettazione non autorizzata coordinata dal capo della sicurezza Telecom, e Gianni Barbacetto, autore del libro Se Telefonando – Le intercettazioni che non leggerete mai più.

    Da segnalare anche un ciclo di videoinchieste realizzate dagli iscritti ai corsi dell’Agi, realizzati con la supervisione del documentarista Giuseppe Petitto. Non potete mancare.

    413

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI