Current, Al Gore: “Ecco perché Sky ci cancella”

Current, Al Gore: “Ecco perché Sky ci cancella”

Al Gore spiega ai blogger le vere ragioni dietro la cancellazione di Current Tv Italia

da in Current tv Italia, Informazione, Primo Piano, Sky, Al Gore
Ultimo aggiornamento:

    Al Gore Current censura

    Sky Italia ha deciso di cancellare Current Tv Italia, che potrebbe sparire dai palinsesti italiani a partire dal prossimo 31 luglio. La notizia ha lasciato basiti molti fan della tv indipendente, paladina dell’informazione libera e senza censure, e ha lasciato senza parole anche lo stesso fondatore del network, Al Gore: “Dopo tre anni di successi, Sky Italia ha deciso di chiudere il rapporto con noi. La decisione arriva inaspettata e all’improvviso“. Candidato alla presidenza degli Stati Uniti nel 2000, dopo otto anni di vicepresidenza accanto a Bill Clinton, e premio Nobel nel 2006, Gore ha voluto spiegare direttamente ai blogger perché Sky Italia ha deciso di cancellare Current Tv Italia. Nello sparuto gruppo di blogger c’eravamo anche noi di Televisionando: ecco com’è andato l’incontro con Al Gore.

    Secondo Al Gore il vero motivo della cancellazione di Current Tv Italia dal bouquet Sky è da ricercarsi in uno “screzio” con Rupert Murdoch, o meglio con il suo colosso, News Corporation. La pietra dello scandalo è stata il passaggio a Current di Keith Olbermann, il ‘Santoro’ degli Stati Uniti’ (e curiosamente Al Gore sarà ospite proprio questa sera ad Annozero), sempre straordinariamente critico nei confronti di Fox News e del colosso del tycoon australiano. Un passaggio avvenuto circa tre mesi fa e poco dopo è giunta da Sky la decisione di chiudere Current Italia. Current è libera negli Stati Uniti, trasmette senza ‘appoggiarsi’ a piattaforme ‘terze’ e dunque è inattaccabile nella madrepatria: la ‘vendetta’ sarebbe quindi passata per l’Italia, dove Current trasmette proprio dal bouquet satellitare di NewsCorp.

    Al Gore ha sottolineato il fatto che la ragione “ufficiale” della cancellazione, comunicata da Sky Italia, risiede nel basso rendimento del canale di informazione indipendente. Nulla di più falso. Come ha sottolineato lo stesso presidente, Current è uno dei canali più amati dell’offerta Sky e molti degli abbonati hanno affermato che se il canale numero 130 del pacchetto dovesse essere cancellato sarebbero pronti a disdire il loro abbonamento. Ed è anche uno dei canali che più fruttano a Murdoch & co., ma evidentemente questo non basta, visto e considerato che “ci sono almeno altri 14 canali che hanno rating più bassi di noi, ma che vengono pagati di più“, ha sottolineato Gore.

    La cooperazione fra Sky e il team di Current Tv Italia è stata fino a questo momento ottima: “Sky Italia è un ottimo partner. Il rapido aumento di telespettatori è stato assolutamente eccezionale“, ha sottolineato Al Gore. A controprova del fatto che gli italiani vogliono un’informazione libera che, ahinoi, solo Current oggi è in grado di offrire: “I programmi controversi intristiscono le persone potenti e questo non è una semplice coincidenza. Noi siamo una televisione indipendente che non ha paura di deludere i potenti“.

    Al Gore ha quindi chiesto aiuto a ‘noi’ blogger per diffondere la notizia e per comunicare a voi lettori e telespettatori cosa fare per far sì che Current Tv resti nei nostri palinsesti: “La comunità dei blogger è una speranza per me. È una speranza per poter comunicare con gli italiani per opporci al potere concentrato nelle mani di pochi. In passato abbiamo avuto la prova che questo è un grosso errore“.

    Al Gore parla inevitabilmente della ‘particolare situazione’ italiana e accenna anche al caso Inghilterra: “In un momento storico come questo, di rapida transizione politica, economica e sociale, il futuro delle democrazie sane dipende dal giornalismo indipendente, senza condizionamenti e senza paura. Noi di Current abbiamo dedicato il nostro network internazionale a liberare dal guinzaglio chi racconta la verità; e per chi racconta la verità in Italia non cʼè momento più critico di questo.

    Sono venuto personalmente in Italia per chiedere a coloro che ci seguono con passione di far sentire a Sky che vogliono continuare a vedere Current“. Gore ha anche accennato a quando un paio di volte qualche politico italiano si era lamentato per la “troppa libertà” con cui venivano trattati determinati argomenti, ma Sky Italia era scesa in prima linea per difenderli.

    Evidentemente qualcosa è cambiato anche nella tv di Rupert Murdoch ed è lo stesso Al Gore a sottolinearlo: “Quando Sky veniva penalizzata dal governo Berlusconi, la rete aveva bisogno di un canale pro-verità, ma sottolineiamo non anti-Berlusconi. Non sono italiano, non voto qui, ma parlo da presidente di Current Tv, un canale televisivo che non ha paura, che è come Roberto Saviano, un eroe. Quello che succede qui potrebbe succedere dappertutto perché a qualsiasi governo darebbe fastidio scontrarsi con la realtà: così funziona la democrazia“.

    Dunque Sky Italia, a detta di Gore, “è un canale che ha voglia di espandersi” ed è per questo che non può che sottostare alle decisioni di Murdoch, presidente di NewsCorp, o del Berlusconi di turno. La situazione attuale in Italia è fortemente negativa. Sky non è indipendente e ha instaurato una nuova relazione con Berlusconi“.

    Quale futuro quindi per Current Italia? Al Gore esclude un approdo del canale indipendente sul digitale terrestre: “Preferiamo stare su Sky Italia, anche perché la tv via cavo o il satellite hanno mezzi più imponenti e si può fare meglio giornalismo, ma se questa situazione dovesse continuare allora valuteremo tutte le proposte“. Concludendo Al Gore invita tutti gli utenti di Sky ad alzare la voce e a scrivere all’Ad del canale televisivo Tom Mockridge e anche noi di Televisionando vi invitiamo a farlo.

    Intanto arriva la risposta ufficiale di Sky Italia che attribuisce la cancellazione a mere questioni economiche. “Sky Italia è stata la piattaforma che ha creduto nel 2008 nelle potenzialità di Current TV lanciando il canale in esclusiva – si legge nella nota -, una scelta dettata dalla convinzione che si trattasse di un canale che arricchiva l’offerta di informazione e di approfondimento della piattaforma“. Si specifica quindi che “questa convinzione è rimasta e, per questo, quando il contratto con Current è giunto alla sua naturale scadenza, Sky Italia ha proposto un rinnovo con un’offerta in linea con il mercato, con il contesto economico e con le performance di Current. Un’offerta peraltro coerente con quelle in discussione con altri editori nostri partner, tra cui diversi editori italiani“.

    Sky aggiunge che “il management di Current TV ha ritenuto di non rispondere neanche a questa offerta, richiedendo invece un aumento dei corrispettivi da parte di Sky pari al doppio di quelli attuali. Un livello di incremento che nessun altro editore con cui Sky collabora ha mai richiesto a Sky durante gli ultimi anni. Questa scelta ha dunque portato, nostro malgrado, alla decisione di non rinnovare questo rapporto“.

    Sky contesta inoltre i dati di ascolto e di crescita presentati da Current, che risulterebbe in calo nel 2011: “Va anche precisato che, pur ribadendo l’apprezzamento per la qualità di alcuni dei programmi in onda su Current, la sua performance non è purtroppo in crescita. L’ascolto medio giornaliero di Current TV nel 2011 è stato finora di un totale di 2952 telespettatori, con una perdita del 20% rispetto ai 3.600 spettatori medi del 2010. Se poi si analizza il prime time, purtroppo, tra il 2011 ed il 2010, la perdita di ascolti di Current TV è prossima al 40%“. Da qui le ragioni della cancellazione. Vedremo cosa aggiungerà Al Gore nella puntata di questa sera di Annozero.

    1315

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Current tv ItaliaInformazionePrimo PianoSkyAl Gore