Crozza nel Paese delle Meraviglie (10/5/2013): la rinascita di Berlusconi [VIDEO]

Crozza nel Paese delle Meraviglie (10/5/2013): la rinascita di Berlusconi [VIDEO]

Nella puntata del 10 maggio 2013 di Crozza nel Paese delle Meraviglie, il comico ironizza sulla condanna e rinascita politica di Berlusconi

da in Crozza nel Paese delle Meraviglie, La 7, Maurizio Crozza
Ultimo aggiornamento:

    Crozza nel Paese delle Meraviglie (10/5/2013): la rinascita di Berlusconi

    Prosegue la cavalcata trionfale di Maurizio Crozza su La7, con il suo spettacolo di successo Crozza nel Paese delle Meraviglie. Questa settimana ci si sofferma sulla condanna di Berlusconi, ma anche sulla sua inattesa rinascita politica, che ben pochi si aspettavano. Tutto merito di Pierluigi Bersani e del centrosinistra.

    Il comico genovese entra in scena vestito da Silvio Berlusconi, sorridente e soddisfatto. Il ‘Cavaliere’ si compiace del fatto di essere perennemente giovane, al punto che qualcuno gli ha addirittura dato quattro anni. Crozza ironizza così sulla recente condanna giudiziaria, ma subito dopo segue l’inno canoro alla rinascita politica di Berlusconi: a settembre sembrava cosa impossibile e invece ora è realtà.

    ‘Se sono qui è merito di un lavoro di squadra: grazie a Napolitano, a Ingroia, al PD, a Santoro, ma soprattutto grazie a te, Pierluigi.’

    Ed è proprio all’ex Segretario del PD che il Berlusconi crozziano dedica una versione riveduta e corretta di ‘September’ di Earth, Wind & Fire.

    La satira si sposta poi sulle commissioni parlamentari e i rispettivi incaricati: ce n’è per tutti, da Razzi all’intramontabile Cicchitto, per non parlare del buon Formigoni. L’ex presidente della Regione Lombardia è inquisito per gli scandali sulla sanità pubblica e il Pirellone, ma pazienza, è perfetto per guidare la commissione sull’Agricoltura.

    Lo sketch su Giorgio Napolitano vede la partecipazione speciale di Totò e Peppino De Filippo nell’indimenticabile pellicola ‘La banda degli onesti’. La clip è lo spunto per la nuova soluzione del capo dello Stato alla crisi economica dell’Italia: stampare banconote false.

    In quattro ore si rimediano i 15 milioni necessari per sanare il debito, poco importa che siano in discutibili tagli da 30 euro, e il gioco è fatto ‘alla faccia della chiattona tedesca’.

    Il finale di puntata è nuovamente affidato a Flavio Briatore e ai provini per The Apprentice 2. Tra una valutazione e l’altra, in cui oviamente nessuno dei candidati risulta in possesso delle qualità imprenditoriali necessarie, il Boss snocciola le sue perle di saggezza ed illustra la sua scala di valori:

    ‘Per me i giovani sono importanti. Stanno al 37esimo posto nella classifica, tra le mangrovie da ufficio e il pelapatate a display a cristalli liquidi.’

    In chiusura, un doveroso abbraccio alla città natale del comico e al suo porto.

    437

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Crozza nel Paese delle MeraviglieLa 7Maurizio Crozza Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:49
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI