Crozza nel paese delle meraviglie 2015: diretta live terza puntata 13 marzo su La7

Crozza nel paese delle meraviglie 2015: diretta live terza puntata 13 marzo su La7

Crozza nel paese delle meraviglie: diretta live della terza puntata in onda venerdì 13 marzo 2015 alle 21

    Crozza nel paese delle meraviglie torna con la terza puntata del 13 marzo 2015 alle 21.10 su La7. E’ tutto pronto la dretta live del programma del comico genovese che ci regalerà nuove imitazioni e tanta satira. Non mancherà di certo il collegamento con ‘Enrico Mentana’, nuovo personaggio già molto amato dal pubblico, ma di certo sul palco faranno ritorno le parodie divenute ormai storiche: Maurizio Crozza rivisiterà in chiave comica, ma anche ironica gli avvenimenti della settimana. Il materiale non manca, adesso non ci resta che attendere l’inizio dello show. Televisionando vi aspetta per la diretta Live.

    Si rinnova l’appuntamento settimanale con Crozza nel paese delle meraviglie: con le sue parodie e le sue imitazioni, il comico genovese ci attende dalle 21.10 su La7 per traghettarci nel week-end con il sorriso sulle labbra. Televisionando vi aspetta per la diretta Live minuto per minuto!

    Ore 21.11 Sta per partire la terza puntata di Crozza nel Paese delle meraviglie: la Silvano Belfiore Band ci annuncia con lo stacchetto musicale che Maurizio, dopo la pubblicità, salirà sul palco.

    Ore 21.16 Cosa avrà preparato stasera per i suoi telespettatori? Si parte subito con la visione di uno spezzone del film Il Marchese del Grillo: è lo spunto per parlare dell’assoluzione di Berlusconi (ovviamente in musica). Crozza fa così il suo ingresso sul palco: il paragone con il film dell’81 è dovuto al fatto che Monicelli ci aveva visto lungo, ‘la Boccassini no‘. Il comico si domanda come mai in primo grado gli avevano dato 7 anni? ‘Le leggi coi processi in corso non si possono cambiare’: il suono dalla regia sottolinea che non è proprio così…

    Ore 21.20 Con la legge di oggi Berlusconi non è colpevole: fatta la legge trovato l’inganno? Per Silvio è al contrario trovato l’inganno fatta la legge. Al comico, Silvio fa tenerezza: ‘Era schiavo delle serate’, questo emergerebbe dalla intercettazioni con Tarantini, ma l’amore per il gentil sesso (e usa termini più coloriti) lo portava a non poter dire di no, secondo Crozza, che si prepara per imitare il Presidente.

    Ore 21.23 Crozza/Berlusconi è al telefono: è troppo stanco, un’agenda troppo piena, ma l’elenco di donne che potrebbe incontrare lo porta ad accettare di organizzare l’ennesima cena. Crozza/Berlusconi adesso afferma di essere libero ‘Anche voi potete farlo, a no…e allora aveva ragione Crozza a partire dal Marchese del Grillo: io sono io e voi non siete…‘ beh la frase del film è celebre non serve ripeterla. Il comico fa una parodia di con la canzone di Jovanotti per riassumere tutta la situazione. (Aba tra le ballerine)

    Ore 21.28 Berlusconi tornerà in campo per contrastare Renzi, la Lega ormai non può farlo perché si è sgretolata. Tosi ha offeso Salvini il quale ha risposto che non risponde a chi lo insulta ‘Se inizia non rispondere più a chi lo offende, al prossimo comizio rischia di fare il mimo‘. Intanto Tosi sta fondando un partito Italia Unica, e di questo partito l’Italia sentiva la mancanza come della pizza ananas e bulloni. Chi ne esce vincitore è Renzi è così fortunato che se se pianta una tenda trova il petrolio con il picchetto. Poi se trova un titolo bello per la riforma brutta la gente crede al titolo bello, come Buona scuola: ma secondo Crozza non è tanto buona, infatti sarebbe meglio sistemare prima la scuola pubblica che dare vantaggi economici a chi manda il figlio alle scuole private, afferma il comico.

    Ore 21.33 Renzi ormai ha il pallino delle Riforme: l’altra volta è partito con la riforma Rai che avrà un mega-direttore che deciderà tutto e lui deciderà l’amministratore delegato, ‘Pensa come cambia la tv: dall’analogica alla digitale e ora la dittatoriale’. Ecco che arriva Renzi sul palco.

    Ore 21.36 Eccoci al ‘Renzi Buona scuola Show’: la vera innovazione è l’I-watch, ma intanto possiamo parlare della Riforma della scuola, che è importante. Per Renzi/Crozza andrebbe bene fermarsi qui: vuole andare a vedere la partita della Fiorentina. Ma è trattenuto e quindi racconta la sua visione della scuola ‘Se immagino l’asilo nido me lo vedo come la centrale operativa di Google’. Passando al tema delle scuole private, i problemi sono tanti: invece no perché i bambini della scuola pubblica hanno la possibilità di crescere in un ambiente avventuroso. Per quanto riguarda la tv, il palinsesto è già pronto Rai di tutto di Renzi.

    Ore 21.40 Parte anche il programma ‘Renzi Mattina’: il medico entra per lo spazio salute. La paziente non vede il futuro: per guarire basta somministrare il Renzi-forte. Eccoci al prossimo programma ‘Chi l’ha visto?’: il primo caso disperato di cui non si sa più niente è Enrico Letta ‘Forse qualcuno l’ha colpito alle spalle senza che se lo aspettasse’. I prossimi casi sono Landini e Camusso, scomparsi in concomitanza con l’approvazione del Jobs Act: interviene Sergio da Detroit. Il prossimo caso di scomparsi sarà quello della Democrazia. Non è scomparsa? ‘Dopo la Riforma elettorale mi saprà dire..’. Adesso pubblicità!

    Ore 21.50 Si riprende con Papa Francesco: oggi due anni di Pontificato e ha annunciato un giubileo Straordinario a Roma ‘I vigili si sono messi in malattia da adesso’.

    Potrebbe verificarsi quello che è accaduto a Manila: 7 milioni di fedeli. Papa Francesco è amato, perché la gente lo vede come una persona comune ‘Si sveglia alle 4.45, se non lo conoscessimo penseremmo che si tratta di un panettiere, si veste pure di bianco’ E porta pane e marmellata alla sua Guardia Svizzera. Lui e Mattarella fanno la gara a chi usa il mezzo più comune (e non usa proprio la parola comune). Il Papa Francesco vive in un ambiente poverissimo, al contrario del Cardinale Bertone: confronto a quest’ultimo ‘era più sobria Madonna da Fazio’, secondo il comico.

    Ore 21.56 Il Papa quando ha un problema scrive un foglietto e lo mette sotto la statuetta di San Giuseppe dormiente che ha sul tavolo. ‘Quando ha inserito il foglietto con scritto Ior, San Giuseppe non ha dormito’ E ecco che Crozza sta per trasformarsi nel Papa, per mostrare come è stato festeggiato.

    Ore 21.59 Crozza/Papa Francesco stamattina se l’è presa comoda: si è svegliato alle 4.46 e porta pane e marmellata alla Guarda, ponendosi allo stesso piano. Ed ecco che entrano i cardinali, vorrebbero fare gli auguri per arruffianarselo, ma si fermano quando vedono la Guardia che mangia con il Papa: non è previsto nel protocollo, ma il Papa chiede ‘Il protocollo prevede che Cardinale Bertone abbia un attico di 500 mq?’ Ed ecco che si riprendono i festeggiamenti… Tutti portano doni preziosissimi, ma il Papa vorrebbe solo una cosasola in dono: rendere trasparente la gestione di tutto il patrimonio dello Stato Pontificio. I Cardinali si ritirano in buon ordine!

    Ore 22.05 Mentana/Crozza chiede già la linea per una maratona: Maria Elena Boschi è il ministro più povero. Crolla pure la scenografia ‘E’ quello che capita quando a fare la tv c’è gente che lo fa di secondo mestiere‘: la maratona è stata messa su in fretta e furia, si lamenta anche la giornalista con cui dovrebbe collegarsi. Pur di tornare al Tg1, sarei pure disposto a fare la musichetta di apertura. Non va meglio neanche con il secondo giornalista: nessuno vorrebbe fare la maratona. Volano parole che mostrano ‘insofferenza’ nei confronti del direttore, mentre davanti a Mentana i giornalisti mostrano un fintissimo rispetto. Intanto arriva in studio una palla da Rugby, seguita da una squadra che atterra Mentana/Crozza… Pubblicità!

    Ore 22.15 Si riprende con musica e sfondo macabro: ‘sono 10 giorni che una voce autorevole tace, si tratta di Massimo Ferrero’. Le ultime notizie Er Viperetta minacciava di querelare Giordano, che ha parlato di lui nel suo libro. Ci sarebbero delle ‘illazioni’ su Ferrero: Crozza ironicamente parla di una cifra girata dal Presidente verso una sua azienda cinematografica prima del fallimento di una compagnia aerea sempre appartenente a lui. Crozza è sempre con Ferreo ‘Anche nella stessa cella’, ma sul palco sta per arrivare proprio lui, il protagonista di questo siparietto.

    Ore 22.20 Eccolo a scambiare Zalone per un vigile: cominciamo benissimo! Il presidente prende fischi per fiaschi, come sempre. Ha delle chiavi appese al collo: sono le chiavi dei suoi cinema chiusi per sciopero, in quanto il Sindaco di Roma ha occupato la Sala Cinema Troisi. Ferrero/Crozza chiede una preghiera per l’estinto, non Troisi ma Marino ‘che si è estinto perché ha sbagliato candeggio’

    Ore 22.24 Ferrero/Crozza ricorda il film (non si capisce bene quale) di ‘Bernarda Bertolucci’ con Stefania Sandrelli, ma con un volo pindarico ecco che ci racconta il viaggio negli Emirati Arabi. Poiché non si capisce bene cosa abbia fatto durante il viaggio, anche perché pensava di trovarsi in Svizzera, si potrebbe parlare della querela a Giordano: si potrebbe sì, ma non si può, perché sono parole in libertà. Ancora pubblicità per noi!

    Ore 22.30 E’ giunto il momento di Kazzenger della buona notte E’ vero che il carro dei buoi ha chiesto il test antidoping ai carri. E’ vero che in India per far ridere bisogna fare il solletico sotto le ascete?E’ vero che le giovani ragazze sognano di essere come la protagonista di apericena da Tiffany?. Ho provato per voi i funghetti allucinogeni ma non ha funzionato per niente, ora se spostate questo drago blu da qui continuiamo il programma‘Fashion blogger, food blogger… alla scoperta di chi non ha un..bip…da fare‘ La puntata termina qui, al prossimo venerdì!

    1739

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI