Crozza a diMartedì, la copertina del 31 maggio 2016: ‘Il dress code della Bignardi? Le gemelle Kessler sarebbero le gemelle Messner’

Crozza a diMartedì, la copertina del 31 maggio 2016: ‘Il dress code della Bignardi? Le gemelle Kessler sarebbero le gemelle Messner’

Il monologo del comico su La 7 in apertura di puntata

    Il video della copertina di Maurizio Crozza a diMartedì del 31 maggio 2016, dalle comunali 2016 al dress-code di Rai 3 targato Daria Bignardi. Il comico su La 7 saluta il conduttore Giovanni Floris e gli chiede se può aiutarlo un attimo, perché domenica va a votare e vuol sapere se si vota per la riforma dei sindaci oppure si vota sì per l’abolizione del no… ‘Domenica votiamo per l’abolizione di ottobre, perché è un mese del c***o e piove sempre‘, la battuta di Crozza, che ammette di star facendo un po’ di casino.

    Ancora Maurizio Crozza durante la copertina del 31 maggio 2016 a diMartedì continua a parlare di campagne elettorali, e spiega che la colpa della sua confusione è di Renzi, che ha fatto partire le campagne tutte insieme, ‘così sono avvantaggiati candidati che si chiamano sì o no‘; in generale, c’è molta confusione sulle votazioni, più che il voto degli indecisi sarà decisivo quello degli storditi. Il comico aggiunge poi che una cosa è chiara a tutti, che a Renzi interessa solo il referendum di ottobre, perché il premier adora di più i cazziatoni che gli fa Cuperlo che le amministrative: d’altronde, Renzi che si espone per amministrative sarebbe come se una mucca fosse testimonial di McDonald’s

    Guarda il video completo

    Nella copertina del 31 maggio 2016 a diMartedì, Maurizio Crozza dice che per il referendum di ottobre arriva un volantino, non lo manda il premier ma il segretario del PD… che è sempre Renzi. Insomma, quando Renzi ha le maniche tirate su è a capo del PD, mentre quando f*tte gli italiani… è a capo del governo. Ad esempio, quando Renzi ha dato gli 80 euro si è sbagliato, sembra che un italiano su 8 debba restituire il bonus, perché o guadagna troppo o incapiente: ‘Siamo di fronte all’eterna lotta tra gli incapienti che hanno preso i soldi e gli incapaci che glieli hanno dati‘.

    Sempre Crozza a diMartedì, nella copertina del 31 maggio 2016 continua a parlare del premier, che definisce non ‘incapace, ma arrogante’. Si passa poi al job acts di Francia, dove il comico, imitando il premier, spiega che la Francia è bloccata per il Jobs Act, perché lì lui, cioè Renzi, ha rincoglionito tutti ed è passato in un giorno.

    Quando la voce fuori campo gli chiede di Verdini, sempre imitando Renzi Crozza chiede cosa ha detto del suo amico Verdini e di ridargli gli 80 euro… o gli tira una testata.

    Il comico imita poi Bersani, e ricorda come quelli della minoranza sono come il vecchio Motorola che si apriva a vongola: bello da vedere… ma non si usa più: ‘Per lavorare veloce serve un Verdini 6S. C’ha più rinvii a giudizio che app‘. Si passa poi alla Festa della Repubblica, che compie 70 anni: ‘Portati malissimo, ma li compie: festeggiamo bene il 2 giugno – dice il comico – che con Renzi in trance agonistica ci vuole poco a tornare alla monarchia‘. Se poi il premie si mette in testa di fare Lo-Renzi il Magnifico, aggiunge Crozza, noi poi cosa facciamo… ci facciamo aiutare dai Medici?.

    Non manca un accenno a Scalfari, che ha confessato di aver votato per la monarchia… salvo poi fondare La Repubblica (il quotidiano), e il comico spiega che ‘Scalfari che vota monarchia è come se Camilleri avesse inventato la sigaretta elettronica‘. Infine un accenno al nuovo dress code voluto dalla Bignardi, che a Rai3 ha vietato alle conduttrici donne tacchi, braccia scoperte e tubini neri… roba che nessuno intervisterà più la Boschi, e le gemelle Kessler sarebbero diventate le gemelle Messner. ‘Tranquilli, il canone si può pagare anche col tanga e le infradito‘, conclude Crozza a diMartedì, nella copertina del 31 maggio 2016.

    712

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI