Crozza a diMartedì, la copertina del 3 maggio 2016: ‘Bersani in aspettativa (che Renzi si tolga dai maroni)’

Crozza a diMartedì, la copertina del 3 maggio 2016: ‘Bersani in aspettativa (che Renzi si tolga dai maroni)’

Il monologo del comico su La 7 in apertura di puntata

da in diMartedì, La 7, Maurizio Crozza, Programmi TV
Ultimo aggiornamento:

    Il video della copertina di Maurizio Crozza a diMartedì del 3 maggio 2016, da Bersani al referendum costituzionale di ottobre. Il comico su La 7 saluta il conduttore Giovanni Floris e l’ex segretario del Pd, il cui effetto è per Crozza meglio di cinque tisane, che lo rilassa, al contrario di Renzi che gli fa l’effetto delle fave di fuca. A Bersani il comico chiede se è già arrivata la busta arancione dell’Inps: ‘Ah no, lei non è in pensione, è in aspettativa: aspetta che Renzi si levi dai maroni e poi c’è il reintegro‘.

    Ancora Maurizio Crozza durante la copertina del 3 maggio 2016 a diMartedì se la prende con Bersani, e dice che Bersani che commenta la politica italiana e come Trapattoni che commenta le partite dell’Italia… sono due vecchie glorie… un commenta le partite della Nazionale, l’altro il partito della Nazione. Si passa poi a Claudio Ranieri e alla vittoria del Leicester: ‘Ranieri, romano che con pochi mezzi e squadra mediocre, batte tutti… è incoraggiamento per Giachetti‘, che però – secondo il comico – dovrebbe andare in Inghilterra per il miracolo. Considerato che la vittoria del Leicester era data 1 a cinquemila, se il padre Boschi avesse puntato risparmi di Banca Etruria… ora i truffati lancerebbero pietre Swarovski.

    Guarda il video completo

    Nella copertina del 3 maggio 2016 a diMartedì, Maurizio Crozza, passa poi ai nuovi arresti in politica e al sindaco (Pd) di Lodi arrestato, mentre a Siracusa un consigliere del Pd si imbarcava con 20 kg di droga: ‘Capisco che se sei del Pd e vedi Renzi che fa accordi con Forza Italia una canna di serve, ma 20 kg… neanche Bob Marley‘, dice il comico rivolto ancora a Bersani, cui ricorda che ad ottobre terminerà la campagna de referendum riforme costituzionali: ‘Sarà una rivoluzione, ottobre è il mese giusto – dice il comico – ma stavolta il referendum lo propone proprio lo Zar e la corte. Renzi, Boschi e Verdini… lo zar, la zarina e il lazzarone

    Sempre Crozza a diMartedì, nella copertina del 3 maggio 2016 dice che al referendum costituzionale Renzi ci tiene, a Firenze domenica scorsa ha detto che è come se i tacchini votassero per il giorno del ringraziamento: ma Bersani, si chiede il comico, non le dà fastidio che ora Renzi le toglie anche le metafore, considerato che se le tolgono anche le metafore, di Bersani cosa rimane, il sigaro?. Ma tornando al tacchino, Renzi – dice ancora Crozza – tra petto e coscia ha scelto…l’Ala, la formazione di Verdini.

    Il comico continua poi a bacchettare Renzi, che vuole italiani nel futuro a testa alta: d’altronde, con la m*rda fino al collo, non è che la puoi abbassare più di tanto. Sempre il premier ha annunciato che ‘schiererà’ 250mila uomini per il sì alla riforma… per sbarco, dice Crozza, in Normandia erano la metà: insomma, non saranno troppi? I senatori sono peggio dei fascisti? Considerando che sono 25 persone ad ogni casa, c’è chi suona, chi vende un Folletto, chi riprende gli 80 euro. Sempre il comico tira le orecchie a Bersani, che ha annunciato che voterà un sì cosmico per opporsi ad un no cosmico. Ma una cosa chiara la dice mai?, conclude Crozza a diMartedì, nella copertina del 3 maggio 2016, prima di lasciare l’ex segretario del Pd al ‘controinterrogatorio’ di Floris.

    626

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN diMartedìLa 7Maurizio CrozzaProgrammi TV Ultimo aggiornamento: Martedì 17/05/2016 10:58
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI