Crozza a DiMartedì, la copertina del 27 settembre [VIDEO]

Crozza a DiMartedì, la copertina del 27 settembre [VIDEO]

Su La7 la satira del comico che si sofferma sul premier Renzi e le promesse sullo Stretto di Messina

da in diMartedì, La 7, Maurizio Crozza
Ultimo aggiornamento:

    DiMartedì si apre con la classica copertina di Maurizio Crozza che, per la puntata del 27 settembre, esordisce con una riflessione ironica sui protagonisti della serata: l’ospite Massimo D’Alema, il conduttore Giovanni Floris e l’ex volto di Ballarò, Massimo Giannini, che ascolta da dietro le quinte: ‘Ciao Giova, che bella questa serata! In studio ci sei tu, Massimo Giannini e Massimo D’Alema. Sembra una pizzata di gente fatta fuori da Renzi’. La copertina di Crozza del 27 settembre, poi, spazia trattando diversi temi caldi degli ultimi giorni: il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il referendum del 4 dicembre, Grillo e il Movimento 5 Stelle e una battuta finale sul Fertility Day.

    Maurizio Crozza nella copertina di DiMartedì del 27 settembre parte dalla satira su Massimo D’Alema e sul rapporto contrastante con Matteo Renzi che, in fondo, ‘sta seguendo lo stesso percorso che lui ha fatto con la sua bicamerale’. Si prosegue con la riflessione sul premier e il referendum del 4 dicembre – ‘non ha specificato ancora di quale anno’ – che lo impegnerà con tantissimi eventi: e il paese da chi verrà governato nel frattempo? Crozza, poi, si sofferma sulla presenza di Renzi da Del Debbio e sulle promesse infinite fatte davanti alle telecamere: ‘Bonus, sconti fiscali, tredicesime, quattordicesime ai pensionati benestanti, quindicesime ai pensionati poveri e sedicesime ai pensionati morti: promette di tutto!’.

    Nella copertina di Crozza a DiMartedì non manca un parallelismo tra Renzi e Berlusconi, come l’ex premier anche lui ha promesso il Ponte sullo Stretto: ‘Se io fossi Berlusconi lo denuncerei per plagio!’. Si prosegue, poi, con una riflessione sul Fertility Day e sul bisogno che Roma ha di un ‘Assessority Day’ per ricercare un assessore al bilancio.

    Si conclude, poi, con Grillo e il Movimento 5 stelle: ‘La Raggi decide su Roma e io decido sulla Raggi: è la democrazia diretta!’.

    383

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN diMartedìLa 7Maurizio Crozza