Crozza a diMartedì, la copertina del 26 aprile 2016: ‘Il 25 aprile Renzi e Mattarella all’altare della rimpatriata’

Crozza a diMartedì, la copertina del 26 aprile 2016: ‘Il 25 aprile Renzi e Mattarella all’altare della rimpatriata’

Il monologo del comico su La 7 in apertura di puntata

    Il video della copertina di Maurizio Crozza a diMartedì del 26 aprile 2016, dall’indignazione di Travaglio all’incontro Trump-Salvini. Il comico su La 7 saluta il conduttore Giovanni Floris e Marco Travaglio, cui chiede se non c’è un festa della liberazione da Marco Travaglio, e se il giornalista non si annoia a fare sempre l’indignato. ‘Prova a fare l’ospite ad uno show danese, c’è del marcio in Danimarca? No‘. Crozza spiega poi che il giornalista gli ricorda qualcuno che entra in discoteca e si lamenta della musica alta: perché indignarsi – si chiede il comico ricordando la nuova tornata di arresti – se la corruzione piace a tutti?

    Ancora Maurizio Crozza durante la copertina del 26 aprile 2016 a diMartedì imita Renzi: ‘Basta con la politica subalterna ai magistrati‘, dice il comico, che poi, tornando in sé, ironizza sul fatto che la politica, più che ai magistrati, può benissimo essere alterna ai casalesi. Si passa poi al 25 aprile, anche se ieri in piazza, più che il tricolore, sventolava la bandiera bianconera: ‘Cosa può essere il venticinque aprile in confronto al quinto scudetto della Juve?‘, si chiede il comico, che poi, tornando serio, dice di attendere il 25 aprile con ansia, perché è l’unica data in cui si vedono Renzi e Mattarella, un po’ come i parenti che si chiamano solo a Natale per chiedere chi porta il pandoro e chi il panettone, loro si chiamano per capire chi porta la corona: più che Altare della Patria, è un altare della rimpatriata.

    Guarda il video completo

    Nella copertina del 26 aprile 2016 a diMartedì, Maurizio Crozza, dice che se ieri Renzi era stordito dal jet lag, Mattarella invece ha jet lag nel dna e deve smaltire 40 anni di fuso, e che quando il presidente, al muro del Pianto, ha detto ad una mamma il cui figlio piangeva di non portare via il figlio perché è il futuro del Paese, ma non parlava del figlio, parlava del pianto. E comunque, aggiunge Crozza, il nazifascismo in Europa non c’è più, figurati se adesso in Austria rinasce un altro Hitler…. peccato che alle elezioni abbia vinto Hofer, candidato dell’estrema destra, che ha vinto Presidenziali Austria.

    Heil Hofer!come suona? Peccato non abbia baffetti‘. E se del potenziale neo-presidente austriaco dicono che è gentile, Crozza ricorda che pure Hitler dipingeva gli acquerelli, ma non è passato alla storia per i quadretti

    Sempre Crozza a diMartedì, nella copertina del 26 aprile 2016 ricorda come l’Italia dovrebbe intervenire in Libia per salvare, ma visti i fatti di Genova, è come chiamare Salvini per aiutare un campo Rom. E a proposito di Salvini, Crozza a diMartedì, nella copertina del 26 aprile 2016, conclude ricordando la visita del capo del Carroccio da Donald Trump: ‘Avrei voluto essere una mosca.. solo per avere l’imbarazzo su chi posarmi‘.

    539

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI