Crozza a diMartedì, la copertina del 22 settembre 2015: ‘Renzi guidi il Paese non la Tv’ [Video]

Crozza a diMartedì, la copertina del 22 settembre 2015: ‘Renzi guidi il Paese non la Tv’ [Video]

Crozza a diMartedì, la copertina del 22 settembre 2015: 'Renzi guidi il Paese non la Tv' [Video]

da in diMartedì, La 7, Maurizio Crozza, Personaggi Tv, Programmi TV
Ultimo aggiornamento:

    Crozza a diMartedì, la copertina comica del 22 settembre 2015: il video. Il monologo di Maurizio Crozza dedicato nella sua prima parte allo scandalo Wolkswagen che tiene banco in queste ore, con commento speciale grazie alle imitazioni di Marchionne e Montezemolo. Spazio poi alla disamina delle parole di ieri di Renzi contro i talk show del martedì sera e, infine, il saluto di Crozza-Papa Francesco al sindaco della Capitale Ignazio Marino che – udite udite – ha deciso di incontrare il Pontefice non a Roma, ma a Philadelphia.

    Senza la copertina di Maurizio Crozza, diMartedì non sarebbe quello che è. A portar brio e quel pizzico di satira pur sempre necessario nell’informazione televisiva è infatti il comico genovese, ogni settimana su La7. L’apertura non poteva che essere dedicata allo scandalo Wolkswagen. Secondo Crozza, che tira in ballo anche Travaglio ospite in studio, per una volta i tedeschi ci hanno superato:

    “Marco, scusami, ma noi sulle truffe siamo sempre stati bravissimi, no? Tu puoi testimoniarlo, c’hai costruito una carriera sulle nostre truffe…Noi la truffa ce l’abbiamo nel Dna, no? Quelli della Wolkswagen hanno truccato i dati delle emissioni di undici milioni di automobili…”.

    Guarda il video completo

    Forse la battuta più formidabile arriva sul conto di Montezemolo, paragonato al Partito Democratico: “Sai chi mi ricorda Montezemolo? La minoranza del PD. Povera minoranza del PD, non ne vince una. L’Italicum non lo volevano e l’hanno votato. Il jobs act non lo volevano e l’hanno votato, la riforma della scuola non la volevano e l’hanno votata. Adesso voteranno pure il Senato non elettivo. Povera minoranza del PD. Sai cosa mi sembrano? Chihuahua doppiati da orsi: li senti ringhiare nel bosco, poi li vedi spuntare e dici ‘ma vaffanc*lo’”.

    Quindi, una vera e propria oasi di satira, la copertina di Maurizio Crozza a DiMartedì, visto che la critica ai poteri forti stenta a sopravvivere sul piccolo schermo. Si pensi ai talk show che qualche volta alla politica fanno paura. Allora non poteva mancare la replica di Crozza che, in un certo senso, stasera ha difeso il conduttore Giovanni Floris, esponente pure lui, insieme a Giannini su Rai 3 a Ballarò, di quell’informazione televisiva targata martedì sera:

    “Comunque Giova ridi poco, perché ieri Renzi nel suo monologhetto ne aveva per tutti. Se l’è presa anche con te.

    Giova, ha detto che non si devono temere i talk show del martedì perché fanno meno ascolti di una replica di Rambo. Renzi che si preoccupa degli ascolti del martedì: ma che che ca**o fa Renzi? Deve guidare il Paese, non diventare una guida tv. Sennò lo mandiamo a dirigere TV, Sorrisi e caz*ate. Ho capito che forse quando se la prende con Grasso, non è Pietro il presidente del Senato: è Aldo, il critico televisivo”.

    Infine, a chiudere la copertina comica del 22 settembre 2015 è Crozza a diMartedì nei panni di Papa Francesco: si rivolge al sindaco Marino che, pur stando a Roma, ha deciso di incontrare il Pontefice a Philadelphia. “…Fratelli romani, Marino non è un sindaco cattivo: è solo che è un po’ rincoglionito dal jet lag. Non dovete farlo dimettere, dovete solo togliergli il passaporto” conclude il comico.

    Crozza 22 settembre

    614

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN diMartedìLa 7Maurizio CrozzaPersonaggi TvProgrammi TV Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI