Crozza a diMartedì, la copertina del 16 febbraio 2016: ‘Unioni civili? Nel Pd libertà d’incoscienza’

Crozza a diMartedì, la copertina del 16 febbraio 2016: ‘Unioni civili? Nel Pd libertà d’incoscienza’

Il monologo del comico su La 7 in apertura di puntata

    Dalla comunali di Roma alle unioni civili, il video della copertina di Maurizio Crozza a diMartedì del 16 febbraio 2016. Su La7, il comico saluta il conduttore Giovanni Floris e il sindaco Ignazio Marino. ‘Ma è vivo? Lo avete portato in una teca come padre Pio?‘, scherza il comico, e parla delle differenze tra il Santo e Marino: ‘Uno è un martire scomparso famoso per mani bucate, l’altro è Padre Pio‘.

    Crozza imita Maroni

    Ancora Maurizio Crozza durante la copertina del 16 febbraio 2016 a diMartedì, passa poi alla scelta del centrodestra per Roma: Guido Bertolaso: d’altronde uno specializzato in catastrofi può funzionare: ‘D’altronde dopo Marino e Alemanno Roma o la evacui o chiami la protezione civile. Gli ultimi due sindaci sono medici, cos’è: accanimento terapeutico?‘. Il comico aggiunge poi che Bertolaso si è paragonato a Mr Wolf, criminale amico di criminali che risolveva problemi di criminali: una candidatura perfetta, insomma, chiosa Crozza. Il comico ricorda poi le traversie giudiziarie di Bertolaso e pur aggiungendo poi che Bertolaso sarà sicuramente innocente, si chiede se il centrodestra non poteva candidare qualcuno di innocente, a Roma, Roma centro, Roma e provincia… centro nord.

    Guarda il video completo

    Nella copertina del 16 febbraio 2016 a diMartedì, Maurizio Crozza, a proposito di Nord, nomina poi la Lombardia, al centro di un nuovo scandalo con annessa tornata di arresti: ‘Ma prima o poi i lombardi finiranno, poi dovranno importarli da fuori… non gli scandali, i lombardi‘. Tra gli arrestati il braccio destro di Maroni, che il comico imita: ‘Ma tanto io saluto con il sinistro e non so niente, ero impegnato ad accendere e spegnere le luci sul Pirellone per il Family Day‘, dice il governatore, che si dice contro le coppie di uomini, soprattutto se con divisa carabinieri, una cosa contro natura.

    E si passa poi alle unioni civili, che si voteranno un po’ col voto palese e un po’ con quello segreto, come voleva la CEI: per il comico, è frutto dell’accordo tra Bagnasco e Renzi, ribattezzato ‘il patto del Nazareth’. Ma, si chiede il comico, come vota il parlamento lo decidono i vescovi? È come se al Conclave, per l’elezione Papa, fosse il ministro Poletti a decidere come votare. Comunque, dice ancora Crozza, sulle unioni civili nel PD hanno lasciato la libertà d’incoscienza, più che quella di coscienza. Infine, le parole di Daniele Viotti, europarlamentare del Pd che ha twittato ‘I cattodem hanno rotto il c*zzo’. Ma possibile che ancora ci sia chi usa questi termini? Cattodem non si può sentire, c*zzo‘, conclude Crozza a diMartedì, nella copertina del 16 febbraio 2016.

    537

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI