Crozza a diMartedì, la copertina del 15 dicembre 2015: Boschi e il salvabanche, la Leopolda come l’iPhone

Crozza a diMartedì, la copertina del 15 dicembre 2015: Boschi e il salvabanche, la Leopolda come l’iPhone

Il monologo del comico su La 7

da in diMartedì, La 7, Maurizio Crozza, Programmi TV
Ultimo aggiornamento:

    Dal decreto salvabanche alla Leopolda, il video della copertina di Maurizio Crozza a diMartedì del 15 dicembre 2015. Il comico su La7 apre il suo monologo salutando il conduttore Giovanni Floris chiede se secondo lui il ministro Boschi rischia per la storia di Banca Etruria e delle altre banche salvate a spese dei risparmiatori, dopo la mozione del Movimento 5 Stelle e gli strali di Saviano, che scriverà il sequel di Gomorra, Etrurria. In questo paese come ti giri c’è un conflitto di interesse con i parenti, aggiunge Crozza: agli interni Remì, agli Esteri Oliver Twist, Riforme Costituzionali a Bambi. È il paese del conflitto di interesse, tra il padre della Boschi, il figlio di Lupi, il cognato di Fini e tutto l’albero genealogico di Alemanno: ma d’altronde, dice il comico, ‘chi nella vita non è stato mai in un governo che salva la banca dove lavorano papà e fratello?‘.

    Ancora Maurizio Crozza durante la copertina del 15 dicembre 2015 a diMartedì, passa poi alla ‘storia’: fra Montepaschi, Banca Etruria, Verdini, i Boschi, i Renzi, a Firenze c’è un intreccio Partito Democratico-finanza che nemmeno i Borgia: insomma, dice il comico, dopo il salva banche mi aspetto che il Governo faccia anche un salva Boschi, magari spacciandolo per decreto ambientalista. Ancora sul caso Etruria, Crozza spiega che i funzionari delle banche truffavano i malati in ospedale: ‘Entravi in codice bianco, uscivi col conto in rosso‘ e i degenti in corsia dicevano di essere arrivati per farsi togliere i calcoli e di aver calcolato che gli hanno tolto 20mila euro. Segue una critica a Bankitalia: adesso vieterà la vendita dei titoli subordinati. ‘Finora vi siete occupati delle agendine di fine anno?‘, la domanda del comico.

    Guarda il video completo

    Sempre Maurizio Crozza a diMartedì, nella copertina del 15 dicembre 2015 passa poi alla Leopolda: ‘Domenica si è chiusa la Leopolda 6. Avete notato? Segue la numerazione dell’iPhone: il prossimo anno sono indecisi se chiamarla Leopolda 7 o Leopolda 6s‘. Si scherza poi sul divieto di ‘accesso’ ai giornalisti sgraditi, e a Marco Travaglio (ospite in studio) lo vorrebbero accompagnare al confino, ma gentilmente, come con le vecchiette sulle strisce. Ovviamente poi, sottolinea il comico, alla Leopolda non c’era traccia di PD: ‘Hanno ripulito ogni traccia la notte prima col Luminol come in CSI‘. Infine Crozza, nella copertina del 15 dicembre 2015 di a diMartedì, ricorda come il premier abbia detto che non c’è bisogno delle bandiere del Pd, perché il Pd è nel cuore, che però nel caso di Renzi è a destra: ‘Col PD – la chiosa del comico – l’importante non è sapere se la bandiera è nel cuore, ma sapere dove ci hanno messo l’asta

    522

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN diMartedìLa 7Maurizio CrozzaProgrammi TV Ultimo aggiornamento: Martedì 12/01/2016 17:38
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI