Crozza a diMartedì, la copertina del 10 novembre 2015: Salvini-Berlusconi come Marquez-Rossi [VIDEO]

Crozza a diMartedì, la copertina del 10 novembre 2015: Salvini-Berlusconi come Marquez-Rossi [VIDEO]

La presentazione della nuova alleanza di destra avvenuta a Bologna è al centro del monologo del comico

da in diMartedì, La 7, Maurizio Crozza, Personaggi Tv, Programmi TV
Ultimo aggiornamento:

    Maurizio Crozza a diMartedì, la copertina del 10 novembre 2015: il video. Su La7 il comico fa la sua comparsa rivolgendosi subito a Giogia Meloni, ospite della serata. La presidente di Fratelli d’Italia domenica 8 novembre è stata in Piazza Maggiore a Bologna insieme a Salvini e a Berlsconi per presentare la nuova alleanza di destra. Partendo da questo recente evento Crozza le chiede se si è ripresa dal ‘bagno di folla’ dato che secondo Salvini erano presenti circa 100mila persone: ‘La piazza è 115 metri x 60, significherebbe 23 persone a metro quadro, era una manifestazione o una tartare?‘.

    Inoltre Maurizio Crozza, nella copertina di diMartedì del 10 novembre 2015, tornando a riferirsi alla manifestazione di Bologna, aggiunge che il centro-destra è rinato e che i moderati italiani hanno finalmente una casa. ‘E’ Casapound ma ce l’hanno‘, prosegue, strappando una risata alla Meloni che lo ascolta con attenzione. I comico poi sottolinea quanto sembri strano vedere Berlusconi che fa da spalla a Salvini.

    Guarda il video completo

    Crozza racconta che quando Silvio Berlusconi si è impossessato del microfono non voleva più scendere dal palco: ‘Volete una barzelletta? La sapete quella del vecchio leader bollito che pur di non sparire si allea con chiunque?‘. Salvini, come sentiamo, solo pochi mesi fa a proposito di Berlusconi aveva detto ‘basta per sempre‘. Il leghista in cambio era stato definito ‘arrogante’ dal cavaliere: ‘Adesso si abbracciano?‘ dice il comico, paragonando questa rinata ‘amicizia’ a ‘Marquez e Rossi che limonano nei box‘.

    Visto che in questi giorni contro la Lega è in corso il processo per truffa sui rimborsi elettorali, Crozza si sente di dare un consiglio alla Meloni. ‘Faccia attenzione, Bossi dovrebbe restituire al parlamento 59 milioni di euro.

    Se le chiede una firma o un prestito, risponda che hai lasciato il borsellino nell’altro tailleur‘. Bossi inoltre incolpa Salvini e Maroni ma loro dicono che nel frattempo li hanno spesi: secondo Crozza, che ammette di comprende solo ora il senso dello slogan ‘No euro‘, tutti negano di essere colpevoli, sancendo la nascita di un nuovo partito, la ‘Nega nord‘.

    Il mirino di Crozza si sposta a sinistra, in particolare su Fassina: l’autore della copertina spiega che il nuovo partito capitanato da quest’ultimo si chiamerà Sinistra italiana e andrà ad aggiungersi a quello di Civati e a SEL. ‘La dizione Fassina leader non è un ossimoro, è un errore grammaticale grave. Un po’ come scrivere qual è con l’apostrofo‘, dichiara Crozza, prima di chiudere con una domanda: Qual è l’elettorato di Fassina?

    606

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN diMartedìLa 7Maurizio CrozzaPersonaggi TvProgrammi TV Ultimo aggiornamento: Martedì 10/11/2015 22:43
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI