Crozza a diMartedì, copertina del 13 gennaio 2015: ‘Renzi come i delfini, loro sono intelligenti’

Crozza a diMartedì, copertina del 13 gennaio 2015: ‘Renzi come i delfini, loro sono intelligenti’

Maurizio Crozza a diMartedì regala una copertina ricca di spunti sul terrorismo internazionale, la politica interna e le dimissioni di Giorgio Napolitano

    Più in forma che mai nella prima apparizione televisiva del 2015, Maurizio Crozza a diMartedì realizza una copertina particolarmente ricca di spunti offerti dalla stretta attualità. Si parla tra amarezza ed allegria dell’ormai difficile mestiere della satira ma non si dimentica quello che succede in Italia con gli esponenti dei più disparati partiti politici. Non mancano i riferimenti a Salvini in studio tanto da far scomodare un fittizio Papa Bergoglio, così come al premier Matteo Renzi paragonato per qualche motivo ai delfini fino alle dimissioni del presidente Napolitano e le solite perle regalate da Razzi-Crozza.

    L’esordio di Crozza nel consueto monologo a diMartedì non poteva che occuparsi della strage terroristica al giornale francese Charlie Hebdo: ‘Parto con due battute secche su Maometto? Forse è meglio aspettare che cresca a quelli dell’Isis un cicinin di umorismo. Se arriva il Califfato in Italia la copertina la fai fare a Pagnoncelli… Io non ce l’ho con Allah, non vorrei vedervi con la scritta Je suis Mauri, tu faresti il botto di ascolti, io il botto lo farei personalmente‘. Immancabile una strigliatina a Salvini, protagonista in settimana per alcune dichiarazioni ardite: ‘Ora è in prima fila contro il terrorismo di matrice islamica, per anni era contro quello di matrice calabra. Ha fatto di tutta l’erba un fascio, il dubbio che abbia fumato c’è ma sul fascio nessun dubbio‘. Secondo il leader della Lega Nord il Papa sbaglia a dialogare con l’Islam e non fa un buon servizio ed ecco che a rispondere ci pensa proprio Crozza nei panni del papa: ‘Se lo dice Salvini, quasi quasi mi fermo, Salvini porta la pace tra i popoli, lui e il Dalai Lama si dividono questo ruolo ingrato. Da oggi il papa fallo tu‘. Pacifista come Salvini è Daniela Santanché: ‘Come se Hannibal Lecter volesse produrre Masterchef‘. Il rischio che il terrorismo arrivi in Italia non è da sottovalutare: ‘Dalla prima crociata sono passati 900 anni, adesso arrivano loro, come riflessi non sono velocissimi… Il Califfo vuol arrivare a Roma: se volete attaccare i vigili dovete andare a stanarli casa per casa, non ci sono terrorismi dormienti ma vere e proprie categorie dormienti’.

    Nella manifestazione di Parigi Renzi ha fatto un figurone: ‘Smettiamo di marciare, il selfie viene mosso‘. Crozza non è affatto tenero con il premier: ‘Parla sempre lui in inglese, una sorta di esperanto che stia zitto.

    Parla lui senza avere un c.. da dire, con la spavalderia tipica di chi sa perché quando ascolta gli altri, avverte il vuoto che ha dentro…I delfini e Renzi hanno una risata simili. Che ne dite di un renziario all’Acquafan di Rimini: lanci la palla e ti riempie di balle‘. E si chiude con il disorientamento di Napolitano in occasione delle prossime dimissioni: ‘Ma io dove abito?‘.

    520

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI