Crozza a Ballarò del 24/04/2012 tra Berlusconi, Formigoni e Ambra Angiolino Alfano [VIDEO]

Crozza a Ballarò del 24/04/2012 tra Berlusconi, Formigoni e Ambra Angiolino Alfano [VIDEO]

Il video della copertina satirica di Maurizio Crozza a Ballarò di martedì 24 aprile 2012

    crozza ballarò copertina

    Anche questa sera su Rai Tre Maurizio Crozza ha illustrato con piglio irriverente e alla sua pungente maniera i fatti della settimana nella copertina satirica che aperto la puntata di martedì 24 aprile 2012 di Ballarò, il talk show d’attualità condotto da Giovanni Floris che ha dedicato la serata alla politica economica del Governo Monti, sulla quale si sono confrontati imprenditori, sindacati e soprattutto il viceministro dell’economia Vittorio Grilli e il segretario generale della Cgil Susanna Camusso. Nel mirino del comico genovese sono tornate le ultime vicende legate alla Lega Nord, la fiducia nel nostro Paese e la particolare abitudine di alcuni partiti di cambiare nome. Dopo il salto il video della pungente copertina di Maurizio Crozza a Ballarò durante la quale ha proposto la nuova parodia di ‘Ambra Angiolino Alfano’.

    L’apertura della copertina satirica di Maurizio Crozza a Ballarò è dedicata al tema della fiducia nel nostro Paese: il comico genovese giura di averne tantissima, ma la battuta è dietro l’angolo.

    Quando leggo che siamo stati governati da un presidente che chiedeva a una minorenne di fare la matta in cambio di cinquemila euro… io ho fiducia in questo paese. Quando poi leggo che sempre lo stesso presidente pagava la mafia per avere protezione… ah io ho fiducia in questo paese. Quando leggo che il tesoriere della Lega Belsito si sarebbe imboscato un diamante ed è stato nominato vicepresidente di Fincantieri… Io ho fiducia in questo paese: sì, la Nuova Zelanda. Che moralmente è agli antipodi da noi: loro hanno i maori, noi abbiamo i maroni; loro hanno 4 milioni e mezzo di abitanti e 70 milioni di pecore, noi abbiamo 4 milioni di pecore e 60 milioni di pecoroni! Se non fossimo dei pecoroni, uno come Belsito che di mestiere faceva l’autista e che ha due lauree finte e si è riempito il frigo di lingotti d’oro lo avremmo nominato vicepresidente di Fincantieri?

    Che bel ritratto dell’Italia e degli italiani viene fuori!

    Sempre a proposito di Lega Nord Crozza ha ricordato che pare abbia intascato da Finmeccanica una tangente da 10 milioni di euro ricavata dalla vendita di elicotteri all’India: No io non ci credo, prima la Tanzania, adesso l’India, gli elicotteri: girano le pale in India e regali un audi al Trota a Bergamo. È perfetto.

    Dopo il successo della scorsa settimana, il comico genovese ha riproposto la parodia di Roberto Formigoni che in risposta ai finti giornalisti che gli chiedevano conto delle ricevute dei suoi viaggi ha detto: Guardi lei a me fa pena, perché il suo direttore la manda a fare delle domande a me. Ormai non interesso più a nessuno, lei ora la deve smettere e deve chiedere scusa, ma non a me, alla categoria dei giornalisti.

    Perché lei deontologicamente è uno sfigato. Non rispondo, lascio la suspense e lo dirò al momento opportuno, perché quando Gesù ha moltiplicato pane e pesci nessuno gli ha mica chiesto se rilasciava gli scontrini.

    E ancora: Se Gesù è nato in una regione che non era un’eccellenza, perché era costretto a camminare sulle acque a piedi, io che sono della regione Lombardia, che è un’eccellenza, sulle acque ci vado con la barca! È una settimana che leggo Formigoni-Resort.. mi permetta il giro di parole: anche Gesù è resort ma nessuno di Repubblica l’ha mai messo in croce!

    Davvero divertente ma il bello deve ancora venire. Crozza, infatti, alla fine è tornato sul tema degli italiani/pecoroni per parlare dell’abitudine dei partiti di cambiare nome: Se non fossimo pecoroni crederemmo ancora alla storia dei partiti che cambiano il nome? Non è che gli italiani non li votano perché non gli piace il nome, non è che se una prugna la chiami pera smette di farti cagare! Cambiare nome è un classico del poliziesco: la prima regola per farla franca è cambiare identità. Immagina la banda della Magliana dopo essere stata scoperta se avesse cambiato nome in Movimento Roma Portuense e poi avesse continuato imperterrita… Cambieranno tutti nome, tutti: Alfano ha detto che fonderà un nuovo partito. Ma sai chi mi ricorda un po’ Alfano? Ambra Angiolini a 15 anni a Non è la Rai che aveva Gianni Boncompagni che le suggeriva tutto nell’auricolare. Anche lui è in costante collegamento con il suo regista: solo che Berlusconi mentre gli suggerisce la linea politica continua a fare la sua vita e quando lo vediamo con la bocca un po’ aperta chissà cosa sta sentendo!

    E così alla fine scatta anche la parodia di Ambra Angiolino Alfano. Buona visione!

    799

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BallaròMaurizio Crozzasatira