Crozza a Ballarò canta Choosy su Radio Fornero [VIDEO]

Crozza a Ballarò canta Choosy su Radio Fornero [VIDEO]

La copertina satirica di Maurizio Crozza nella puntata di Ballarò del 23 ottobre 2012

    maurizio crozza ballarò 23 ottobre 2012 choosy radio fornero

    Ce n’è per tutti e per tutti i gusti nella divertente copertina satirica di Maurizio Crozza a Ballarò del 23 ottobre 2012: dalla gaffe del ministro del Lavoro Elsa Fornero sui giovani schizzinosi in cerca di lavoro ai fiori di Bach dell’ex ministro Scajola indagato per corruzione passando per la canzone di Berlusconi e Apicella al processo Ruby. La nota più divertente, ed è proprio il caso di dirlo, è l’esilarante brano Choosy, la hit del momento su Radio Fornero, con cui il simpatico comico genovese ha aperto il suo monologo.

    L’apertura della copertina satirica della puntata di Ballarò di ieri sera non poteva che essere dedicata alla gaffe del ministro Fornero che ha definito i giovani italiani ‘choosy’, cioè schizzinosi, suggerendo loro di accettare la prima offerta di lavoro, senza fare appunto gli schizzinosi, e poi ‘vedere da dentro’. Ma cosa vuol dire? Maurizio Crozza prova a dare una spiegazione.

    Allora io vado a lavorare un call center per 600 euro al mese, poi da dentro vedi che quando sei fuori non puoi farti un mutuo perché le banche con 600 euro al mese non te lo danno il mutuo. Sarà mica che le banche sono più schizzinose dei giovani? Il problema, aggiunge Crozza, è che ‘la Fornero dice quello che pensa. Infatti, il problema non è quello che dice. È quello che pensa’.

    In questi ultimi anni ai giovani hanno detto che sono dei bamboccioni, degli sfigati, che il posto fisso è monotono, adesso che sono pure choosy: Ma pensa, se non fossero bamboccioni verrebbero lì a farvi un choosy grosso come una casa!

    Il pungente comico genovese passa poi all’altro argomento della giornata: Scajola indagato per corruzione internazionale perché implicato nell’inchiesta su Finmeccanica: Pensa com’è schizzinoso Scajola, gli fa così schifo la corruzione in Italia che fa di tutto per farla fuori!
    Dopodiché Crozza elenca le varie inchieste che negli anni hanno coinvolto l’ex ministro e per il quale Scajola si è sempre detto ‘sereno’.

    Giova, sono vent’anni che Scajola è sereno, ma gli mandano avvisi di garanzia o fiori di Bach?

    Poi si sa, un tuffo nel passato non guasta mai soprattutto se si tratta di rispolverare la tanto cara satira sull’ex premier Silvio Berlusconi.

    A Milano, infatti, prosegue il processo Ruby: dopo le dichiarazioni di Berlusconi che con le ragazze ad Arcore non è successo niente, i produttori del Viagra hanno subito aggiornato le avvertenze: può provocare danni alla memoria!

    Ora sembra che la linea difensiva dell’ex premier Silvio Berlusconi sia quella di comprare al doppio del valore di mercato le case dei testimoni. Tra questi c’è Mariano Apicella ed ecco che Crozza si butta nell’imitazione di Apicella immaginando la sua deposizione canora al processo.

    524

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BallaròMaurizio Crozzasatira
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI