Crozza a Ballarò del 16/10/2012: dopo l’homo electus arriva l’homo ‘ndranghetal [VIDEO]

Il video della pungente copertina satirica di Maurizio Crozza a Ballarò del 16 ottobre 2012: quando si estinguerà l'homo electus arriverà l'homo 'ndranghetal!

da , il

    la copertina satirica di maurizio crozza a ballarò del 16 ottobre 2012

    Pronti a farvi due amare risate con Maurizio Crozza e la copertina satirica di Ballarò del 16 ottobre 2012? Al centro del pungente e divertente monologo del comico genovese ci sono il ritiro di Walter Veltroni, la volontà di restare (attaccato alla poltrona) di Massimo D’Alema, l’arresto dell’ennesimo assessore della Regione Lombardia (Domenico Zambetti), la diffusione della corruzione in Italia e il Libro bianco del Governo, la legge di stabilità e il processo alla Costa Concordia con le ultime rivelazioni del comandante Schettino.

    Maurizio Crozza ha voluto aprire la copertina satirica della puntata di Ballarò del 16 ottobre 2012 con i ‘complimenti a un uomo, un eroe che ha compiuto un gesto incredibile, un salto nel vuoto che ha stupito tutti e che rimarrà nella storia. Ci ha incollati tutti davanti allo schermo: ce la farà, non ce la farà… ce l’ha fatta!’. Ora tutti starete pensando che Crozza si stia riferendo all’impresa di Felix Baumgartner e del suo volo dallo spazio, e invece no! L’eroe che ce l’ha fatta e che merita gli applausi è un politico: Walter Veltroni s’è tolto dalle palle!

    Il comico genovese si lancia in un’imitazione dell’ex sindaco di Roma spiegando che voleva farlo già nel 2006 ma gli hanno chiesto di restare e quindi ci ha ripensato.

    Crozza torna se stesso e rivela a Giovanni Floris che Veltroni gli fa tenerezza: per lui è un po’ come smettere di fumare, vediamo se questa è la volta buona o ci ricasca come al solito. Comunque non ha detto che lascerà la politica ma continuerà a dare un contributo al partito: non ci mollano mai questi! Vi rendete conto che solo i politici ragionano così? Te lo immagini un operaio della Fiat che quando lo licenziano dice: Me ne vado ma continuerò a dare il mio contributo ai cofani!.

    Ah, come ha ragione! Poi ci sono anche i politici come Massimo D’Alema che dicono ‘corro solo se me lo chiede il partito’: Ma se è lui il partito! Cosa fa se lo chiede da solo?‘.

    Veltroni, D’Alema, mollano tutti, forse è finita un’era – commenta entusiasta Crozza – speriamo che si estinguano, si sono estinti i dinosauri si estinguerà finalmente anche l’homo electus! Ma per fare spazio a chi? All’homo di ‘ndranghetal.

    Questo lo spunto per tornare a parlare della diffusione della corruzione in Italia: oggi è stato confermato il dato che senza corruzione l’Italia avrebbe 60 miliardi in più all’anno… avete idea di quanti rimborsi ai gruppi regionali potremmo dare? La corruzione è così diffusa che anche quello a cui chiedi l’ora ti risponde: te la dico l’ora, ma c’è anche quell’altro che me l’ha chiesta! Se mi dai 100 euro magari la dico prima a te!

    Ma finalmente il Governo ha detto basta e i corruttori ora sono fottuti: da lunedì 22 ottobre in Italia cambierà tutto perché il governo presenterà il Libro bianco. Che non è una legge anti-corruzione, è un libro bianco in cui ci sono scritti tutti i corrotti. Io me la immagino la mafia che paura che ha dei libri bianchi!

    Crozza passa quindi all’amata parodia di Roberto Formigoni che ha azzerato la giunta e vuole andare alle elezioni prima possibile dopo che in settimana è stato arrestato il quinto assessore della Regione Lombardia: neanche il tempo di fare l’annuncio che i prezzi dei voti sono andati alle stelle!

    Intanto il governo ha messo a punto la legge di stabilità, ex legge finanziaria: un cambio di nome azzeccato perché ora siamo stabilmente fottuti.

    In chiusura il processo alla Costa Concordia: dalle prime deposizioni sembra che Schettino abbia dato un ordine al timoniere malese che non ha capito la sua lingua (che proprio italiano non è).