Crozza a Ballarò: Berlusconi fascista? No, è solo invidioso di Mussolini [VIDEO]

Crozza a Ballarò: Berlusconi fascista? No, è solo invidioso di Mussolini [VIDEO]

Maurizio Crozza a Ballarò del 29 gennaio 2013: Berlusconi non è fascista e se cita Mussolini non è fascismo

da in Ballarò, Maurizio Crozza, satira
Ultimo aggiornamento:

    video maurizio crozza ballarò puntata 29 gennaio 2013

    Silvio Berlusconi e il commento su Mussolini al centro della copertina satirica di Maurizio Crozza a Ballarò del 29 gennaio 2013. Durante il suo dissacrante monologo sui fatti più caldi della settimana, il comico genovese ha riservato qualche battutina anche alla sentenza sulla strage di Ustica ma soprattutto ha divertito tutto lo studio e il pubblico a casa con una nuova esilarante parodia: quella del ‘nato sfinito’ Antonio Ingroia.

    Giova, sono sfiancato, non possiamo votare domenica? Un altro mese di campagna elettorale così non lo reggo. Monti è così tanto in tv che anche se la spegni ti rimane l’alone e vedi ancora la sagoma degli occhiali sullo schermo. Il loro scopo non è convincerci, è sfinirci!‘ ha commentato Maurizio Crozza a Ballarò in apertura della copertina satirica preparata per la puntata del 29 gennaio 2013.

    Ad essere provati, però, sottolinea Crozza, sono anche gli stessi candidati e Pierferdinando Casini, ospite in studio, ne è un esempio: ‘Di Casini si è sempre detto che di politica non capisce niente però almeno è un uomo affascinante. Sembrava George Clooney e dopo un mese di campagna elettorale sembra Beppe Servegnini! Lei è una legge della fisica: nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si ricandida. È da così tanto tempo in Parlamento che c’era già prima del Parlamento.

    Il Parlamento è nato per dare un senso a Casini: sono 29 anni che è lì e c’è Andreotti a casa che quando lo vede dice: Basta Casini!‘.

    E mentre tutti gli altri sono sfiancati, a essere in formissima, secondo il comico genovese, è il PD, al quale ricorda: ‘dai su, manca solo un mese per perdere le elezioni! Dopo il Monte dei Paschi avete qualche altra puttanata da giocarvi come jolly?’.
    Poi rivolgendosi direttamente ad Angela Finocchiaro per affrontare il tema dell’azzardato paragone tra parlamentari e bidelle, afferma: ‘sono d’accordo con lei, obiettivamente come si fa a paragonarle? Le bidelle lavorano!’.

    Il candidato più sfinito in assoluto è comunque Silvio Berlusconi: ‘nel Giorno della Memoria ha detto che Mussolini ha fatto cose buone e poi si è addormentato. Non poteva addormentarsi prima? Comunque voglio sfatare questo mito: Berlusconi non è fascista. E se cita Mussolini non è fascismo, è invidia’.

    Insistendo poi sui candidati stremati da un mese di campagna elettorali, Crozza si lancia nell’esilarante imitazione-parodia di Antonio Ingroia che invece è proprio nato sfinito, basta sentire come parla e risponde alle domande!
    In chiusura di copertina Crozza non si esime dal commentare la sentenza sulla strage di Ustica: ‘La Cassazione ha stabilito che lo Stato dovrà risarcire le vittime. Finalmente dopo 33 anni una prima verità: abbiamo uno Stato‘.

    493

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BallaròMaurizio Crozzasatira