Crozza a Ballarò (09/07/2013): ferie sul più bello tra Berlusconi, Renzi e gli F35 [VIDEO]

La copertina di Crozza a Ballarò del 9 giugno 2013 conclude la stagione del talk show di RaiTre

da , il

    Copertina Crozza 9 luglio

    Ultima copertina di Crozza a Ballarò del 9 luglio 2013, che segna la chiusura di una stagione soddisfacente per il talk show di RaiTre. Come di consueto, il comico genovese ne approfitta per riassumere i fatti clou della settimana rimproverando al conduttore Giovanni Floris la scelta di concludere il programma proprio sul più bello.

    E, in effetti, da qui alle prossime settimane la politica italiana avrebbe avuto parecchio da offrire alle sagaci copertine satiriche di Crozza. Quest’ultimo non può che dolersene facendo le sue personalissime rimostranze a Floris: ‘Proprio adesso che si decide tutto, sull’Imu, sugli F35, sul segretario del Pd, sulla condanna a Berlusconi… tu vai in ferie adesso? Sul più bello? Sei pazzo? È come essere con una donna e andarsene subito dopo essersi messo il preservativo‘. Il 30 luglio si conoscerà il destino del Cavaliere con la sentenza della Cassazione, che potrebbe trovarlo anche privo di difesa da parte dell’Esercito di Silvio, in alta stagione più incline al Billionaire che alla militanza. Mal che vada, per Berlusconi si prospetta l’affidamento ai servizi sociali: ‘Potrebbe fare volontariato con le persone più svantaggiate, che vivono ai margini. Me lo vedo mentre accompagna al parco Bersani’.

    Particolarmente incisivo è il messaggio dato da Crozza a proposito del possibile acquisto dei famigerati F35. In contrapposizione a questa controversa questione vi è lo scarno numero dei Canadair, fondamentali nelle emergenze incendi: ‘Hanno solo 15 canadair, nemmeno uno per regione, sceglieranno coi pacchi’. Un’altra incognita riguarda l’eventuale elezione di Matteo Renzi come segretario del Pd, già alle prese con il ritorno della Leopolda o di Quel gran pezzo della Leopolda, come l’assonanza con la nota commedia sexy farebbe venire in mente.

    Non si potrà ironizzare con una nuova copertina a Ballarò neanche a proposito dell’incontro tra Grillo e Napolitano, intenti a trovare un accordo anche sul modo di esprimersi. L’unico bilancio possibile è quello sul cosiddetto governo delle larghe intese che non è mai d’accordo su nulla: ‘Politicamente ci sono più intese nella striscia di Gaza‘. Si chiude con l’imitazione di Renato Brunetta, arrabbiato con Crozza, Floris e persino Lupi scambiato per il comico genovese.