Crozza a Ballarò (07/01/2014): ‘A Natale si sentiva la voce di Bublé o di Renzi’ [VIDEO]

Crozza a Ballarò (07/01/2014): ‘A Natale si sentiva la voce di Bublé o di Renzi’ [VIDEO]

Comincia il nuovo anno con una scoppiettante copertina di Maurizio Crozza a Ballarò (07/01/2014)

    Crozza Renzi Ballaro

    Il 2014 si inaugura con una nuova esilarante copertina di Maurizio Crozza a Ballarò (07/01/2014). In un clima di generale ottimismo per i segnali di ripresa economica, il comico genovese bastona cordialmente i presunti proscritti di Berlusconi come Maurizio Gasparri, il viceministrio dimissionario Stefano Fassina e l’ormai immancabile segretario del Pd, Matteo Renzi. Un saluto speciale e irriverente è riservato a Pierluigi Bersani, reduce da un’emorragia cerebrale.

    I primi a subire le simpatiche scudisciate di Maurizio Crozza nella prima copertina del 2014 sono gli esponenti di Forza Italia. Riferendosi alla recente indiscrezione rilanciata da Repubblica sulla lista di proscritti da tenere lontano dalla TV per volere del Cavaliere, Crozza ne approfitta per pungolare Maurizio Gasparri ospite in studio: ‘Si rende conto che lei per Berlusconi è inquietante e che per la prima volta sono d’accordo con Berlusconi?‘. E, giusto per esplicitare al meglio il concetto, si lancia in un paragone esilarante: ‘Sono rassicuranti come Bastianich alla mensa della Caritas che dice ‘Suora mi stai diludendo, vuoi che muoro?‘. Intanto, Angela Merkel si è rotta il bacino lasciandosi sfuggire una singolare imprecazione: ‘Porca Troika!‘. E ancora una volta aveva ragione il Cavaliere: ‘Angela, sei una culona insciabile‘.

    L’unico neo del nuovo anno è stato il malore che ha colto Pierlugi Bersani, simpaticamente incoraggiato dal suo imitatore ufficiale: ‘Forza, Pierluigi, abbiamo bisogno di te; ti è andata male con le primarie, ma con i primari sei stato un leone‘. L’ex segretario Pd sta meglio ed è lucido anche se, dopo il risveglio, alla notizia delle dimissioni del Viceministro dell’Economia avrebbe risposto: ‘Fassina chi?‘. Verso quest’ultimo Crozza è particolarmente pungente: ‘E’ l’uomo più scuro della terra, ha lo sguardo tipico di quello che pensa: ‘Che c… ho fatto?‘. Fassina, ‘l’unico al metal detector che suona tutto perché gli fa corto circuito la paranoia‘, è stato bersaglio di una battuta di Renzi.

    Il rottamatore del Pd è stato un fenomeno della comunicazione: ‘Ha parlato sempre, a Natale sentivi o la voce di Bublé o di Renzi‘. Imitato proprio mentre è intento a farsi delle domande retoriche pro-dimissioni ‘Letta chi? Napolitano chi?’, ma soprattutto a snocciolare i suoi incomprensibili motti: ‘Chi l’ha detto che a Natale non si deve pandorare ma ponderare?‘.

    446

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BallaròMaurizio CrozzaRai 3