Cristina D’Avena diventa la Fata Cri delle sue Fiabe

Cristina D’Avena diventa la Fata Cri delle sue Fiabe

è uscito mercoledì in tutte le librerie italiane la collana di favole sonore edita da giunti editore intitolata Le fiabe di Fata cri, scritte e narrate da Cristina d'avena, la famosa cantante delle sigle di cartoni animati

    Per la gioia di tutti i bambini (ma anche dei genitori più giovani) Cristina D’Avena è tornata a cantare e recitare. Lo ha fatto nei panni di una dolce fata che racconta delle fiabe, scritte da lei stessa e pubblicate per Giunti Editore.

    Le Fiabe di Fata Cri è il titolo della collana dedicata ai bambini dai 5 in su della Giunti Editore arrivata mercoledì in tutte le librerie italiane. Autrice e narratrice delle fiabe sonore è Cristina D’Avena che insieme a Mariagrazia Bertarini ha scritto le prime due favole, Fata Cri e il ballo degli scoiattoli e Fata Cri e i traghetti pasticcioni. La cantante più amata dai ragazzini italiani ha già promesso che non si fermerà qui: in primavera infatti ne saranno pubblicate altre due.

    Un ritorno sulle scene davvero gradito per tutti coloro, che come me, sono cresciuti a pane e cartoni animati e quindi amanti delle sigle cantate dalla mitica Cristina, che con i suoi Fivelandia (i dischi in vinile che raccoglievano le sue canzoni, arrivati al numero 22) e altri album ha venduto più di 6 milioni di copie in tutto il mondo.

    E così dopo aver fatto sognare generazioni di bambini con delle canzoni, adesso tornare a usare la sua bella voce per narrare due Fiabe sonore, ciascuna con l’immancabile sigla. “Voglio che i bambini tornino a fantasticare”, ha detto Cristina in un’intervista al TgCom. La magia è al centro di queste favole ambientate ovviamente in un mondo fatato: c’è il bosco incantato, Betta la bacchetta, Bibì il goffo e simpatico tartarughino e tanti altri magici amici che saranno i protagonisti di meravigliose avventure insieme a Cristina.

    Anche la cantante infatti diventa un personaggio della fiabe, la Fata Cri che con le sue magichicche colorate aiuta i piccoli animali in difficoltà.
    “Il mio amore per le fiabe – ha confessato la D’Avena – nasce da quando ero piccola: mi incantavo ad ascoltarle. Col tempo è nata la voglia di scriverle e recitarle”. E adesso il suo sogno è realtà.

    Chissà che grazie a lei i bambini di oggi non riscoprano l’emozione della lettura della fiaba prima di addormentarsi. Noi ce lo auguriamo. E intanto, siccome siamo nostalgici, vi riproponiamo un pò di sigle dei cartoni più amati.

    Dolce Candy


    Hilary


    Georgie


    Mila e Shiro


    Kiss me Licia


    Pollon

    731

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI