Cristel Checca a Televisionando: ‘Con Zio Gianni…farei Pechino Express’ [Intervista]

Cristel Checca a Televisionando: ‘Con Zio Gianni…farei Pechino Express’ [Intervista]

L'attrice, quest'anno più 'egoista' nel ruolo di Chiaretta su Rai 2, sogna anche di condurre 'X Factor Daily'

    Cristel Checca a Televisionando: ‘Con Zio Gianni…farei Pechino Express’ [Intervista]

    Cristel Checca è ‘coinquilina di tutti’ grazie alla serie tv ‘Zio Gianni’, che la vede tra i protagonisti nel ruolo di Chiaretta, ma soprattutto è un’attrice con le idee chiare. Televisionando le ha fatto un’intervista in occasione del debutto di ‘Zio Gianni 2′, prevista su Rai 2 dal 21 dicembre 2015 e, da un’informale chiacchierata, sono venute fuori alcune ‘chicche’ interessanti per gli addetti ai lavori tv. Quindi, se ‘quelli di Pechino Express‘ fossero a corto di idee, sappiate che Cristel Checca si candida per partecipare al programma, eventualmente anche in coppia con Paolo Calabresi.

    Ma non solo, visto che le piacerebbe condurre anche le puntate ‘daily’ di ‘X Factor’. Prima, però, di sicuro assisteremo all’evoluzione del suo personaggio Chiaretta, che, ci fa sapere Cristel, attrice anche nella seconda stagione di ‘Zio Gianni’ (che si fa sempre più fiction per via di nuovi setting e location), sarà protagonista di un’inaspettata love story e di situazioni davvero tutte da scoprire.

    *** *** ***
    Zio Gianni 2 dal 21 dicembre 2015 su Rai 2, prima di Natale. Quali sono le principali novità della serie tv?

    Cristel Checca: Quest’anno ogni puntata è a tema e ci sono anche remake di film. Ogni episodio ha un tema ben specifico, ad esempio ‘Bollywood’, e quest’anno ‘Zio Gianni’ è ancora più pazzo dell’anno scorso. La citazione a ‘Star Wars’ non c’è, però abbiamo quella a ‘Bastardi senza gloria’.

    Il ritorno di Zio Gianni dopo 25 puntate già trasmesse e 35 nuovi episodi. Si può ancora sperimentare?

    Secondo me, ci sono riusciti veramente alla grande. L’anno scorso era più incentrato sulla casa e sulla convivenza tra di noi, ma quest’anno ‘Zio Gianni’ lascia aperta la possibilità a qualsiasi tipo di sperimentazione tematica. Infatti, è stato così in ogni puntata, con gli scrittori che si sono inventati di tutto. E’ un tipo di sit-com che dà la possibilità di giocare parecchio, sia con i personaggi che a livello di situazioni.

    Più setting, diversi dalla prima stagione. Qualche anticipazione?

    Sì, ad esempio la puntata presentata al ‘Roma Fiction Fest’ e ambientata all’Inps: un Inps molto rivisitato, estremizzato a livelli esagerati!

    La sensazione è che Zio Gianni, da sit-com con sketch qual è, diventi una vera e propria fiction. Collocazione in palinsesto e durata degli episodi vanno cambiati?

    Il dubbio c’è stato l’anno scorso, dopo la prima stagione. Molte persone dicevano: ‘ah, ma ‘Zio Gianni’ inizia e poi subito finisce, neanche il tempo di gustarsela!’; però forse la forza di ‘Zio Gianni’ è proprio questa, di essere comunque scorrevole, veloce ed è fatto proprio per quella fascia lì di 10 minuti. Con un formato più lungo c’è il rischio che si perda un po’ la freschezza di tante cose simpatiche. Consiglio a tutti di vederle (le puntate ndr) anche di seguito, perché così risolvi il problema.

    Tra la prima e la seconda serie ci sarà una continuità o dobbiamo aspettarci qualcosa di totalmente nuovo?

    Una continuità di base c’è. Siamo rimasti col punto interrogativo: Gianni ritornerà o no con Fiorella? La storia di Gianni continua, però non è necessario vederli (gli episodi ndr) per forza in maniera consequenziale.

    Chiara o Chiaretta…vedremo un’evoluzione del personaggio?

    Sì, rimarrà Chiaretta ma con un look diverso e un po’ meno fricchettone. L’ho sentita meno mamma nei confronti di Gianni, ma un po’ più centrata su se stessa. Quest’anno ognuno di noi ha un proprio episodio e l’episodio di Chiaretta è Chiaretta si innamora. Quindi, ci sono anche i racconti delle varie love story degli coinquilini, oltre che Gianni nella casa.

    Di chi si innamora Chiara (uomo o donna, età…)?

    Questo non possiamo svelarlo, ma è un interrogativo che lasceremo aperto. Chiaretta si innamora di un suo coetaneo, o coetanea, chi lo sa…Sicuramente non è una persona normale, perché ‘Zio Gianni’ non può essere una situazione normale!

    Quotidianità o straordinarietà: cos’è più semplice da raccontare?

    Il colpo di scena funziona meglio, anche se io sono molto legata alla quotidianità della casa, delle vicende con ‘Zio Gianni’, perché sono situazioni in cui tutti possono rispecchiarsi. Chi ha vissuto da studente universitario, si rende conto che effettivamente le cose sono così.

    Ho letto che la seconda serie l’avete girata con ritmi sostenuti e d’estate.

    Anche la prima l’abbiamo girata d’estate e senza condizionatori. La seconda sotto agosto e quasi tutto settembre, da luglio fino al primo settembre.

    Quali sono le fasi di realizzazione?

    La prima fase è stata quella della scrittura. Finiti i copioni, ci sono stati mandati. Abbiamo la fortuna di lavorare con Daniele Grassetti, regista e attore, quindi cura parecchio l’aspetto attoriale.

    Abbiamo deciso inter nos di vederci, per fare delle letture dei copioni, con la possibilità di modificare della battute. Abbiamo molta libertà da questo punto di vista, sia quest’anno che l’anno scorso. Poi, abbiamo fatto delle letture anche da Paolo Calabresi, che ci offre sempre la casa. Molto familiare come situazione. Quindi si va sul set per realizzare le puntate, che non si girano in ordine, per una questione di location e di velocità nel girare, perché ovviamente tutte le scene di casa vengono girate insieme e tutti gli esterni anche.

    A proposito di location: qualche anticipazione sui luoghi che vedremo?

    Come ho detto prima c’è l’Inps. Location particolari ce ne sono state parecchio quest’anno. Sicuramente ‘Bollywood’, ambientato tutto in stile indiano al mercato e con i ballerini indiani, oppure anche al cimitero. Ce ne sono parecchio di location particolari.

    Qual è il tuo rapporto con Paolo Calabresi sul set?

    E’ un rapporto bellissimo. Posso dire di essere amica di Paolo. Ci ha invitati anche a casa e conosco bene la moglie. E’ una persona bellissima e, in tutte le circostanze, ha sempre cercato di aiutarci, di sostenerci e di alleggerire sempre il tutto. Io lo vedo come un punto di riferimento.

    Chiaretta, invece, che tipo di rapporto ha con Zio Gianni?

    L’anno scorso Chiaretta era molto la mamma, quella che voleva insegnare a Gianni come vivere. Lui la seguiva molto, andava a chiederle i consigli, anche se poi erano tutti consigli che non si rivelavano ottimali. Lei, però, era molto convinta della sua filosofia di vita, quindi continuava a dargli delle dritte. Anche quest’anno il rapporto sarà molto simile, ma Chiaretta sarà un po’ più cattivella, più egoista.

    Oltre a Zio Gianni, però, ti piace anche cantare e ballare…

    Mi piace e mi diverte molto farlo, è vero. Se poi sia brava o meno questo è da vedere. Se ho l’opportunità lo faccio anche adesso.

    Ti viene in mente un programma tv?

    ‘Amici’? Ti riferisci a quello? Ad ‘Amici’ non si recita…Quale mi piacerebbe fare? ‘Ballando con le stelle’, anche se non seguo particolarmente la tv e non sono molto esperta di programmi. Non ci avevo mai pensato, magari mi presento ai casting. Se mi dovessero chiamare, ci penserò.

    Cosa guardi in tv?

    Le cose in streaming o alcune serie tv su Sky. Sono un’appassionata di ‘How I Met Your Mother’, ma la mia preferita da quando ero piccola è ‘Dharma e Greg’. Una serie che adesso ho visto è ‘Black Mirror’, che mi fa proprio impazzire. Ho seguito un pochino quest’anno ‘X Factor’.

    A proposito di X Factor, ti piacerebbe un’esperienza da conduttrice?

    L’attrice è la cosa principale che voglio fare e che so fare, però guardando ‘X Factor’ quest’anno, perché mi piace la musica, mi sarebbe piaciuto presentare i ‘daily’: sul genere di Aurora Ramazzotti, ma con un stile più vicino a me. Mi sarei davvero divertita tanto a farlo!

    Io un programma per te ce l’avrei…in coppia, sulla stessa rete di Zio Gianni

    Magari! ‘Pechino Express’ è fighissimo! Mi piacerebbe tantissimo!

    C’è qualcosa che non ti ho chiesto?

    Ho fondato una mia compagnia teatrale che si chiama ‘Cerbero Teatro’, che porta in giro lo spettacolo ‘Bambolina’, ma questa è un’intervista tv.

    1433

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI