Criminal Minds, ‘boom’ per il finale della terza stagione

Criminal Minds, ‘boom’ per il finale della terza stagione

Ieri sera sulla CBS è andato in onda l’ultimo episodio della terza stagione di Criminal Minds, una puntata “esplosiva” sotto ogni punto di vista

    criminal minds

    Ieri sera sulla CBS è andato in onda l’ultimo episodio della terza stagione di Criminal Minds, una puntata “esplosiva” sotto ogni punto di vista. (Attenzione, seguono spoiler).

    Uno dei sette profiler protagonisti della serie è infatti “saltato” per aria, ma il chi e il perché saranno rivelati solo nella prossima stagione: l’episodio 3×20, intitolato “Lo-Fi“, vede uno storyline parzialmente ispirato alla vera storia del figlio di Sam, che porterà i 7 profiler, Joe Mantegna (David Rossi), Thomas Gibson (Aaron Hotchner), Paget Brewster (Emily Prentiss), Shemar Moore (Derek Morgan), Matthew Gray Gubler (Spencer Reid), AJ Cook (Jennifer “JJ” Jareau) e Kirsten Vangsness (Garcia), ad investigare su uno dei casi più complessi e pericolosi tra quelli affrontati finora. Quanto all’agente coinvolto nell’esplosione, nessuno dei protagonisti, al termine delle riprese (lo scorso mese) ha saputo dire chi di loro fosse “in grave pericolo” (parola del co-produttore esecutivo Chris Mundy): Sherman Moore, in tono scherzoso, ha spiegato che “non sappiamo se non ci hanno detto niente per dare più drammaticità alla serie o se per farci rinegoziare i contratti. Il primo che tornerà dalle trattative, sarà probabilmente quello che se ne andrà”. In attesa di vedere l’episodio in questione, se veramente uno dei sette protagonisti di Criminal Minds se ne andasse, sarebbe il terzo abbandono per la serie dopo quelli di Mandy Patinkin e di Lola Glaudini: due abbandoni che, assieme allo sciopero degli sceneggiatori, hanno influito pesantemente (il primo più del secondo) sugli ascolti della serie.

    Di seguito, il video promozionale per la season finale della terza stagione di Criminal Minds.

    440