Così Fan Tutte spostato in seconda serata

Così Fan Tutte, si trasferisce in seconda serata

da , il

    Luca Tiraboschi, direttore di Italia1, alla fine ha ceduto: Così Fan Tutte, la sitcom con Alessia Marcuzzi accusata da tutte le associazioni di tutela dei minori di violare la fascia protetta, si trasferisce in seconda serata. Andrà in onda da venerdì 18 settembre dopo Colorado.

    Come da noi riportato questa mattina, contro Così Fan Tutte, la sitcom interstiziale con Alessia Marcuzzi e Debora Villa, si era levato un coro unanime di sdegno da parte del Moige, dell’Osservatorio sui diritti dei minori, dell’Aiart: troppo sesso ‘esplicito’ nei dialoghi, situazioni troppo sexy e imbarazzanti per una serie trasmessa alle 20.00, in piena fascia protetta.

    E così Luca Tiraboschi ha ceduto e ha deciso di ricollocare la sitcom: via la striscia quotidiana alle 20.00, trasferimento di ufficio nella seconda serata del venerdì, a partire dal 18 settembre, dopo Colorado. Al suo posto torna Love Bugs.

    Sono abituato ad ascoltare con attenzione le considerazioni che provengono dai telespettatori e dalle fonti istituzionali - ha scritto in una nota Tiraboschi -. Accoglierò quindi l’invito a ricollocare la sit-com lontano dalla fascia protetta. Ribadisco la qualità del prodotto e la straordinaria interpretazione di Alessia Marcuzzi e Debora Villa“.

    Tiraboschi, quindi, difende la sitcom, così come Alessia Marcuzzi che ha ribattutto alle accuse lanciatele dalle associazioni di genitori, di consumatori e di cattolici italiani sottolineando: “Non c’è malizia, solo tanta ironia“, ha detto alla stampa. Forse troppo sottile e comunque poco adatta alla fascia oraria.

    Decisione inevitabile, dunque, quella di Italia1, che forse sventa così anche l’interrogazione parlamentare minacciata da Gabriella Carlucci.

    Il caso è chiuso?

    Sembrerebbe di no visto che il Codacons ne ha chiesto la definitiva cancellazione.”Assurdo trasmettere un programma del genere in fascia protetta. Anzi, assurdo trasmetterlo in qualsiasi orario – ha scritto Carlo Rienzi a nome del Codacons in un nota stampa -. A nostro avviso non è sufficiente spostare il programma in seconda serata e Italia1 farebbe bene a cancellarlo del tutto dal proprio palinsesto. La trasmissione, infatti, è la prova dei danni che la deriva del trash in tv sta provocando nel nostro paese, dove oramai sul piccolo schermo si vede sempre di tutto, in una continua gara a chi osa più spostando sempre più in là i limiti della decenza“.

    Non è che su sta esagerando?