Cosa resta di quest’Isola dei Famosi?

L'Isola dei Famosi 5, cosa resta di questa edizione? Un commento al termine della quinta edizione del reality di RaiDue condotto da Simona Ventura

da , il

    Per chiudere quest’Isola dei Famosi 5 manca solo di scoprire chi sia il vincitore. Salvo sorprese dell’ultimo momento Manuela Villa, la solitaria concorrente che ha vissuto 35 giorni sull’Ultima Spiaggia, si avvia verso la vittoria. Del nutrito gruppo di naufraghi approdati a settembre sono ormai rimasti solo Nicola Canonico, Debora Caprioglio, Miriana Trevisan e la stessa Villa, che dovrà conquistarsi la finale con un televoto contro Miriana “non voglio vincere” Trevisan. Intanto sono usciti di scena Paul Belmondo e Claudio Cucurullo.

    Per fare una rapida sintesi della serata, va detto che la prima parte della puntata di ieri è stata all’insegna degli scontri tra le due anime di Roma, Claudio Cucurullo, visibilmente teso e tutto intento alla conquista della vittoria, e Manuela Villa, in collegamento audio/video con i colleghi naufraghi in Ruina. Un derby della Capitale risoltosi alla fine con grandi abbracci sull’Ultima Spiaggia, dopo l’eliminazione secca, e un po’ a sorpresa, del gladiatore “nunccepproblema” Cucurullo: alla prima occasione buona (Claudio non era mai andato al televoto) il pubblico l’ha mandato via dall’Isola, dimostrando di preferirgli la gattamorta Miriana, che spera nella vittoria degli amici per una questione di coscienza (“non ho fatto nulla, voi siete stati più bravi in tutto, nella pesca, nella costruzione della capanna: ve lo meritate, io no”).

    Saremmo portati a credere che sia proprio questo uno degli aspetti più interessanti: Miriana, colei che sfugge, colei che ha più volte mostrato una doppia faccia, colei che si è barcamenata tra i due gruppi, pur rimanendo sempre fedele a Paul e Nicola, ha resistito a televoti non certo scontati, dimostrando di avere dalla sua il pubblico. Come dimenticare che proprio la Trevisan è sopravvissuta alla sfida con la Regina Malgioglio, uno dei pochi personaggi capaci di animare la spiaggia (e che ha lasciato sull’isola gran parte della sua verve) ed è uscita indenne anche dal televoto con Karen Picozzi.

    Una vera ingiustizia si è consumata ieri, secondo Barbara Alberti: “Il pubblico sovrano ha sbagliato, ha lasciato uscire un uomo con dei valori per lasciare a un’ipocrita come Miriana la possibilità di vincere”.

    Ma tant’è, il sogno del romano si è infranto per volere dei telespettatori, che evidentemente non hanno voglia di identificarsi con l’uomo comune, ma vogliono veder soffrire i vip. Forse l’iperattività di Claudio, la sua vena sbruffona (“‘A Simo’, io ci sarei stato 60 giorni sull’ultima spiaggia, nun cc’è problema”), l’eccessivo nervosismo di ieri, la sua smisurata voglia di vincere, letta da Barbara Alberti come “invidia”, lo hanno messo in una luce non proprio favorevole. Il pubblico di questa edizione ha dimostrato più volte di preferire la misura all’eccesso e Claudio è stato forse visto come il mortale che sfida gli Dei: la sua hybris è stata punita.

    Ora, dopo una prova immunità che ha sancito il passaggio in finale di Nicola Canonico e Debora Caprioglio e un televoto “all’ultimo sangue” che vede opposte Miriana e Manuela, non resta che vedere chi vincerà.

    Ma il vincitore non è poi così scontato: se Manuela dovesse superare il televoto con Miriana si avvierebbe con buone probabilità alla vittoria, anche se i frequenti spot a suo favore, il suo scontro di ieri con Claudio (che in un batter d’occhio ha acceso il suo fuoco, spento da ormai 15 giorni), il suo rientro nel gruppo ne ha nuovamente mostrato la natura “umana, troppo umana” che la solitudine aveva attutito. Riteniamo che il duetto con il padre, mandato in onda a “tradimento” da Simona Ventura, non le abbia reso un ottimo servizio: far scendere il campo il Reuccio, con la scusa di un omaggio alla sua memoria e alla difficile infanzia (reale, non romanzata) che Manuela ha vissuto, può aver fatto storcere il naso a molti, mettendo forse a rischio la sua finale.

    Manuela piange nel vedere il padre Claudio

    Ma senza Manuela è una sfida piatta: almeno lei è riuscita a polarizzare il pubblico, senza di lei è una sfida tra il più caruccio, il più gentile, il meno falso. Se ci è concessa una preferenza, gradiremmo a quel punto che vincesse la Caprioglio, per il suo savoir faire, per il suo equilibrio, per il suo charme. Ma si tratta di considerazioni puramente personali.

    In chiusura, la scorsa settimana ci siamo domandati se quest’Isola fosse stata più o meno trash delle precendenti, ora ci chiediamo cosa resterà di lei. L’impressione è che a differenza delle altre edizioni la quinta serie del reality targato RaiDue sia iniziata sotto ottimi auspici, con un cast di famosi interessante (si veda Francesco Coco), con l’ingresso dei non famosi, con la lite in diretta tra Cecchi Paone e Simona Ventura (per gli amanti del genere) e da lì si sia avviata verso un lento declino, con qualche picco interessante dettato più che altro dai molti ritiri e dalle avverse condizioni del tempo. Il pugno duro in guanto di velluto della Produzione si è progressivamente mutato in un “libera per tutti”, con cibo offerto per motivi medici e materiali di ogni sorta per la costruzione di capanne.

    Ma se fino a qui può essere chiamato in causa l’eccezionale maltempo, come giustificare l’assalto dei parenti in perfetto stile Carramba che sorpresa? Perfino Dj Francesco ha avuto in dono la mamma e le sue cotolette. Ma non si sarà esagerato? Due mesi in un programma tv, con tanto di contratto/pagamento, opportunità di portare a casa 125.000 Euro, non ci sembrano proprio una condizione disumana che necessita di ricongiungimenti familiari. A parte che davvero qualche parente avrebbe meritato la ribalta, non pensiamo che la mossa carrambesca abbia potuto far salire gli ascolti (eccezion fatta per le lacrime di Manuela sul padre Claudio), anzi ha rallentato una scaletta che finisce sempre per accelerare negli ultimi minuti, causa ritardi, che ieri hanno fatto sfumare anche uno dei momenti più “suggestivi” dell’Isola, la chiusura della Ruina.

    Nella nostra fotogallery i momenti salienti della quinta edizione.

    In breve un consiglio per la Produzione: se ci dovesse essere un Isola 6, per favore riserrate i ranghi, applicate il regolamento alla lettera e punite chi non vi si attiene, costruitelo senza sbavature e non procedete alla carlona: i reality sono una cosa seria!