Cory Monteith è stato cremato. Assente il padre alla cerimonia privata

Cory Monteith è stato cremato. Assente il padre alla cerimonia privata

Cory Monteith è stato cremato nella giornata di martedì, all'insaputa del padre Joe

    Cory Monteith è stato cremato. La cerimonia si è tenuta martedì, al termine di una breve veglia privata con i parenti più stretti. Era presente anche Lea Michele, la fidanzata e co-star dell’attore in Glee. L’unico assente all’appello il padre del ragazzo, Joe, che si è lamentato con la stampa per il mancato invito.

    A dare la notizia in esclusiva è il sito americano TMZ, che ha anche raccolto la testimonianza dell’uomo. Secondo quanto appreso dalla testata, il corpo di Cory è stato restituito alla famiglia nella giornata di martedì, dopo che gli inquirenti avevano terminato gli esami autoptici. La madre di Cory ha organizzato una veglia molto ristretta in ospedale, a cui hanno partecipato il fratello di Cory, Shaun, e la Michele. Subito dopo, la donna ha deciso per una cremazione immediata del corpo, forse dietro desiderio precedentemente manifestato dal figlio.
    Di tale decisione non sarebbe però stato informato il padre dell’attore, Joe Monteith, che ai microfoni di TMZ si è detto ‘devastato per essere stato impossibilitato a vedere il figlio un’ultima volta’.

    I genitori di Cory sono divorziati da molti anni e il padre ha lasciato la famiglia quando l’attore era solo un ragazzino. Probabile che l’abbandono paterno sia stato una delle cause che hanno spinto Monteith ad avvicinarsi alla droga, alla tenera età di 13 anni.
    Nell’apprendere della presenza di eroina nell’organismo del figlio, Joe si è detto ‘scioccato’.

    Intanto, proseguono le manifestazioni di affetto e cordoglio da parte di colleghi e amici. Oggi parla Dianna Agron, volto della bionda cheerleader Quinn, che fu la fidanzatina fedifraga di Finn nella prima stagione di Glee.

    L’attrice ha rilasciato una dichiarazione toccante in merito al tragico accaduto:

    ‘Non avevo mai perso un amico. In questo momento difficile mi sto aggrappando a tutti i magnifici ricordi che condivido con Cory, a tutti i modi in cui riusciva a farci ridere. Cory merita di mantenere il suo posto nel cuore di tutti, era una delle persone più generose e gentili che abbia mai conosciuto. Aveva una mente curiosa e intelligente, oltre a un enorme talento. Era affettuoso non solo con me ma anche con la mia famiglia. Ora io mi stringo attorno alla sua, a Lea e a chiunque altro stia soffrendo la sua perdita. Ci mancherai, Cory, porteremo sempre con noi una parte di te.’

    411