Primo Maggio: il Concertone e gli altri eventi Rai per dire “Basta morti sul lavoro”

Primo Maggio: il Concertone e gli altri eventi Rai per dire “Basta morti sul lavoro”

Concerto del Pirmo Maggio 2008: il cast degli ospiti e i conduttori, da Claudio Santamaria a Pierfrancesco Favino

    La locandina del Concerto del 1° Maggio

    Inizia alle 15.15 su RaiTre la diretta con Piazza San Giovanni di Roma per il tradizionale Concertone del 1° Maggio che quest’anno inaugura una grande raccolta fondi per la campagna Più Reddito, Più Sicurezza promossa da Cgil, Cisl e Uil, promotori da sempre al dell’happening di Roma. A condurre il mega-evento ci sarà Claudio Santamaria. Di seguito il programma della giornata e le altre iniziative con la quale la Rai celebra la Festa dei Lavoratori.

    In un anno particolarmente funestato dalle morti bianche, inevitabile la dedica della giornata alla sicurezza sul lavoro, tema che permeerà l’intero concerto. Ad affiancare il conduttore Claudio Santamaria - protagonista, tra le altre, della fiction biografica su Rino Gaetano - si sussegueranno Pierfrancesco Favino, Claudia Gerini e Sabrina Impacciatore.
    Si inizia alle 15.15 con una sorta di anteprima nella quel si esibiranno i tre vincitori del concorso Primo Maggio Tutto l’Anno, ovvero i Chiazzetta NC (Lazio), Jang Senato (Emilia Romagna) e Jolaurlo (Emilia Romagna).

    Dalle 16.00 il palco sarà a disposizione dei musicisti italiani e internazionali che daranno vita ad uno spettacolo, come sempre, eccezionale di cui verrà realizzato un dvd in Alta Definizione i cui proventi confluiranno nella raccolta fondi. Un concerto fiume che procederà dalle 16.00 all’una di notte - con due sole interruzioni, in occasione del Tg3 delle 19.00 e delle 23.00 – e che vedrà protagonisti: Piero Pelù, Tiromancino, Linea 77, Ascanio Celestini, Laura e Giuliano Palma & The Bluebeater, Subsonica, Elio e le Storie Tese, Caparezza, Afterhours, Irene Grandi con Baustelle, Enzo Avitabile e I Bottari di Portico con Manu Dibango, Aprés la classe, Max Gazzè, Marlene Kuntz, Raiz, Sud Sound System, Tricarico, Bisca Zulu con Enrico Capuano, la All Star Jazz Band guidata da Stefano Di Battista.

    Proprio la All Star Jazz Band di Stefano Di Battista regalerà al pubblico una chicca: la voce di Fabrizio De Andrè tornerà a vibrare nell’esibizione del gruppo che propone Ho visto Nina volare. Dori Ghezzi, infatti, ha autorizzato Di Battista a utilizzare la voce di De Andrè e sarà un po’ come vivere un ‘duetto’.

    Nell’arco della serata sarà reso un omaggio alla musica del ’68 e si festeggeranno i 70 anni di Adriano Celentano.

    L’augurio dei vertici dei sindacati è che tutto si svolga in un clima sereno e senza le intemperanze che caratterizzarono la scorsa edizione, quando Andrea Rivera criticò il la Chiesain diretta tv scatenando un fiume di polemiche. Ora a riscaldare gli animi potrebbe essere la doppia vittoria del centrodestra, alla guida del Paese e della città di Roma. “Visto il nuovo clima politico, invitiamo alla serietà durante il concerto suprattutto sul palco”, ha raccomandato il segretario della Cisl Raffaele Bonanni.

    Scopriremo presto se l’appello sarà accolto dal pubblico, ma soprattutto dagli artisti.

    Tornando al Concertone, l’evento sarà coperto anche dalla radio, in particolare da Satelradio e da Radio2.

    Satelradio permetterà agli italiani all’estero di seguire il concerto in tutte le sue fasi, arricchendolo con interviste e commenti all’interno della trasmissione Taccuino Italiano, in onda dalle 14 alle 22, condotta da Rossella Diaco e Loredana Mauro.

    Anche Radio2 proporrà il concerto ai suoi ascoltatori con il supporto del team di Caterpillar, ‘partner storico’ dell’evento prima, seguiti poi dalla squadra de I Concerti di Radio2. La diretta radiofonica sarà commentata dalle 16.00 alle 19.30 da Massimo Cirri e Filippo Solibello (Caterpillar), con i loro inviati Marco Ardemagni, Cinzia Poli e Laura Troja, mentre dalle 20.30 alle 24.00 il microfono passa a Federica Gentile, affiancata per il terzo anno consecutivo dall’inviato Julian Borghesan.

    Ma il Primo Maggio sarà una giornata speciale anche per RaiSat Extra (canale 120 di Sky), che dedica la serata alla tragedia della Thyssen-Krupp di Torino, al rogo che tolse la vita a sette operai, Antonio Schiavone, Angelo Laurino, Roberto Scola, Rosario Rodinò, Bruno Santino, Rocco Marzo, Giuseppe Demasi.
    Alle 21.00 va in onda “Invisibili“, una ricostruzione drammaturgica realizzata dalla rete nella quale si ripercorrono i fatti accaduti nell’acciaieria nella notte tra il 5 e il 6 dicembre. Il programma prende spunto da uno spettacolo teatrale proposto recentemente dal Teatro Ambra Jovinelli di Roma, scritto dal giornalista Ezio Mauro e interpretato da Paola Cortellesi, Claudio Gioè e Valerio Mastrandrea che hanno letto sul palco estratti del testo di Mauro. Ad esso si aggiungono le testimonianze dei familiari delle vittime, ma anche gli appelli di personaggi popolari, come quella del leader dei Negramaro, o il discorso di fine d’anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
    Al termine di Invisibili RaiSat Extra riproporrà lo speciale di Porta a Porta Le croci del lavoro“. Per non dimenticare.

    1148