Con Stasera Casa Mika Rai 2 riporta il varietà in TV e supera i 3 milioni di telespettatori

Con Stasera Casa Mika Rai 2 riporta il varietà in TV e supera i 3 milioni di telespettatori

Mika si dimostra all'altezza delle aspettative e porta la rete oltre il 14% di share

    Con Stasera Casa Mika Rai 2 riporta il varietà in TV e supera i 3 milioni di telespettatori

    Dopo la messa in onda della prima delle quattro puntate di Stasera Casa Mika, è d’uopo tracciare un bilancio delle due ore di trasmissione offerte da Rai 2. La seconda rete di mamma Rai ha riportato in TV il varietà tradizionale totalizzando 3 milioni 312 mila telespettatori, pari al 14.36% di share, numeri importanti per la rete e per il ‘debuttante’ Mika. Annunciato in pompa magna, ma senza rivelare molti dettagli, Casa Mika ha conquistato pubblico televisivo e social, tanto che anche su Twitter il programma ha riscosso numerosissimi consensi.

    Sin dall’inizio del programma, Casa Mika ha coinvolto e intrattenuto lo spettatore grazie a un sapiente mix di musica, interviste, sketch; frutto di una scrittura puntuale, ragionata, veloce, in cui nulla è lasciato al caso. Mika si conferma un artista internazionale, un entertainer vero e proprio prestato alla TV, ma perfettamente a suo agio anche nei panni di conduttore. Casa Mika è un racconto dalle mille sfumature in cui passato e presente si incrociano senza mai accavallarsi e in cui l’alto e il basso sono sapientemente mischiati.

    Il ritmo serrato del programma, poi, consente lo scorrimento veloce dello stesso, senza lasciare spazio ai tempi morti e alla noia. Stasera Casa Mika è un varietà, anzi, il varietà, riproposto in chiave moderna, contemporanea, senza dimenticare il passato. La digressione con Renzo Arbore e l’omaggio a Ugo Tognazzi – che ha visto la partecipazione del figlio Gianmarco e di Francesco Montanari – si inserisce perfettamente nel racconto televisivo.

    Le compagne di viaggio di Michael Holbrook Penniman Jr, Sarah Felberbaum e Virginia Raffaele, si confermano all’altezza delle aspettative. La Felberbaum, in particolare, è una perfetta ‘coinquilina’: pacata, sobria, mai sopra le righe, ma piacevole.

    Gli ospiti – Malika Ayane, Sting, Renzo Arbore, Francesco Renga, LP, Gianmarco Tognazzi, Francesco Montanari, Marco Giallini, Benji e Fede – sono tutti pezzi di un puzzle perfettamente incastonati.

    mika stasera casa mika

    Casa Mika fa intrattenimento nel vero senso del termine e lo fa in un momento storico in cui la TV generalista è considerata morta e il varietà un genere appartenente a un passato ormai remoto. Non è così: la prima puntata ha dimostrato l’esatto contrario, ovvero che volere è potere. Certo, confezionare un prodotto di questo genere necessita di alta professionalità e di un alto budget, ma ciò non toglie che necessiti anche di una caratteristica fondamentale: saper fare televisione.

    Il costo del programma è sicuramente elevato: il programma reca le firme di Ivan Cotroneo, Tiziana Martinengo, Giulio Mazzoleni e dello stesso Mika, cui si aggiunge la lista copiosa degli ospiti intervenuti, in primis Sting. C’è da dire, però, che se è vero che fare una buona TV costa, è altrettanto vero che, molto spesso, non sempre i costi sono proporzionali alla qualità e al risultato.

    I numeri di Stasera Casa Mika, invece, dovrebbero far riflettere gli addetti ai lavori e andrebbe sfatato il mito della televisione generalista ormai morta: i 3 milioni 312 mila spettatori sono la dimostrazione che il pubblico non guarda solo le serie tv o le docu-fiction. In televisione c’è spazio anche per il varietà e il fatto che a riesumarlo sia stato un artista straniero pone più di una domanda.

    Ribaltando la questione, si potrebbe azzardare che chiunque con un budget simile potrebbe ottenere lo stesso risultato, ma, al di là di un Fiorello o di un Alessandro Cattelan, ne siamo proprio sicuri? In attesa di vedere le prossime puntate, a Ilaria Dallatana va riconosciuto il merito di aver proposto qualcosa di veramente innovativo su Rai 2, la rete ‘giovane’ di casa Rai, in passato troppo spesso relegata a brutte copie di programmi di successo (altrui).

    706

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MikaRai 2
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI