666 Park Avenue, le novità dal Comic Con per la serie TV con Terry O’Quinn [FOTO+VIDEO]

666 Park Avenue, le novità dal Comic Con per la serie TV con Terry O’Quinn [FOTO+VIDEO]

Comic Con 2012, ecco tutte le novità per 666 Park Avenue, la nuova serie TV con Terry O'Quinn [FOTO+VIDEO]

da in ABC, Comic Con 2012, Interviste, Serie Tv, Serie TV Americane, 666 Park Avenue, Terry O'Quinn, vanessa williams
Ultimo aggiornamento:

    L’undici luglio vi abbiamo anticipato la tappa al Comic Con 2012 di 666 Park Avenue, la serie TV ABC sceneggiata da David Wilcox (Law & Order, Life On Mars e Fringe) e basata sui libri (omonimi) di Gabriella Pierce, ma quali sono i dettagli emersi nel corso nel panel di ieri? Lo show, lo ricordiamo, è descritto come un drama sovrannaturale, lo show (il cui pilot sarà presentato in anteprima alla convention di San Diego proprio oggi) vede protagonisti Dave Annable e Rachael Taylor, aka Jane Van Veen e Henry Martin, giovane coppia che si trasferisce a New York perché assunta da Gavin Doran (Terry O’Quinn) e sua moglie Olivia (Vanessa Williams) per gestire il loro antico e un po’ misterioso palazzo, chiamato The Drake.

    Quello che viene visto come un lavoro dei sogni, si rivelerà per la giovane coppia un incubo: i due cadranno infatti vittima delle cospirazioni dei Doran, che per soddisfare le esigenze di tutti i proprietari del palazzo, hanno stretto un faustiano patto col Diavolo in virtù del quale il re delle tenebre soddisfa qualsiasi desiderio ed esigenza dell’ex naufrago di Lost e dei suoi inquilini… ma ad un prezzo. Ben presto Henry e Jane impareranno a conoscere le forze sovrannaturali all’opera nel palazzo, che rischiano di mettere a repentaglio la vita di tutti quelli che vivono nel palazzo. Oltre ai quattro attori succitati, nel cast di 666 Park Avenue troviamo anche Robert Buckley (è Brian Leonard, uno sceneggiatore sposato con Louise, fotografa interpretata da Mercedes Masohn), Erik Palladino (Tony DeMeo, portiere del palazzo recentemente elevato a regular), Helena Mattsson (Alexis Blume) e Samantha Jade Logan (Nona Clark, abitante nel palazzo dotata di un’abilità misteriosa).

    Forse complice anche il fatto che la serie è tratta da un libro, non sono moltissimi le interviste che si trovano in giro, anche se il creatore David Wilcox si è in realtà allontanato dalla trama dei libri: “Gli executives della Alloy Entertainment sono stati molto chiari, i libri potevano essere un punto di partenza, non andavano seguiti pari pari: erano molto a loro agio su questo, e pur avendo letto i libri e avendo trovato molte idee buone, sono stati incoraggiato ad esplorare nuove possibilità”. [CONTINUA DOPO IL VIDEO]

    Di fatto, secondo quanto anticipato a Dread Central, a parte il titolo e alcuni personaggi, la serie ABC – che andrà in onda di domenica, non è chiaro da quando, subito dopo Revenge – non mantiene niente dei libri, incentrati su una congrega di streghe in Park Avenue, location dello show (descritto come una soap sovrannaturale con elementi horror, un po’ come Rosemary’s Baby) e unica somiglianza con i tomi della Pierce.

    Per quanto sovrannaturale, Wilcox premette che la serie non avrà una mitologia complicata, limitandosi ad un semplice “persone che stipulano un patto con il diavolo: l’idea di fondo è che tutti hanno desideri o ambizioni, e quando si trasferiscono in 666 Park Avenue, a loro viene presentata una risposta a queste domande, bisogni e ambizioni: lo show parlerà di seduzione e appagamento del desiderio, del lato oscuro dell’attento a cosa desideri. Tutto ha un prezzo, ma qual è?”.

    E d’altronde, secondo quanto anticipato da Vanessa Williams, ad essere seducenti saranno in primis i protagonisti e la location: “Quando li vedrete, vorreste subito vivere insieme a loro e dove vivono loro”, ha detto l’attrice, che nella finzione avrà perso una figlia di 22 anni, Sasha, che vedremo solo in alcune fotografie. La curiosità è che a dare il volto alla defunta è stata la figlia ventiduenne della Williams, Jillian.. e che l’ex Ugly Betty ha anche una figlia dodicenne di nome…Sasha! Il commento della protagonista? “Sì, è stato un po’ strano”, ha rivelato a TV Guide.

    [CONTINUA DOPO IL VIDEO]

    Ma cosa ci aspetta dallo show? Nella tappa del Comic Con andata in scena venerdì 13 luglio – presenti Rachael Taylor, Dave Annable, Vanessa Williams e Terry O’Quinn, insieme ai produttori David Wilcox e Matthew Miller – le informazioni non sono state tantissime, considerato che gli attori hanno solo girato il pilot e non hanno nemmeno visto la sceneggiatura del secondo episodio. A lume di naso, però, la Taylor, dichiaratasi un grande fan del genere sovrannaturale, ha detto che sicuramente il suo personaggio e quello di Annable saranno “tentati e testati“, per poi aggiungere che lo show è pieno di tensione e cose paurose, più sovrannaturali che choccanti – tesi condivisa dai due producer, secondo cui 666 è una serie horror/psicologica che non fa del suo punto lo spettacolo o gli effetti speciali.

    Per O’Quinn e Vanessa Williams lo show è invece come una sorta di “Twilight Zone che incontra Rosemary’s Baby che incontra la piccola bottega degli orrori” (lui) e Shining (lei); l’ex naufrago di Lost ha detto di non sapere se il suo personaggio (Gavin Doran, proprietario del palazzo) sia il diavolo (o se lavori per il diavolo), ma si è autodescritto come “piuttosto cattivo. Anche se penso che il vero boss sia Olivia“, il personaggio interpretato dall’ex Ugly Betty. A sapere la risposta a tutte le domande è Wilcox, che si è ovviamente rifiutato di dire chi o cosa sia Doran, “ma non è quello che vi aspettereste, ci vorrà un po’ per capirlo. Il focus dello show saranno le tentazioni cui Jane ed Henry saranno sottoposti, e se sapranno resistervi“.

    Qualche risposta ci sarà fornita già dal pilot, quando ci verrà raccontata la storia del Drake – anche attraverso i flashback – e come Gavin sia connesso al palazzo e fornisca ai suoi abitanti quello che desiderano; lo show sarà composto di episodi standalone, ma con una mitologia più ampia, evitando l’approccio ‘inquilino della settimana’. “666 Park Avenue ha preso vita da solo, siamo stati trascinati in queste storie e a scoprire i personaggi e cosa fanno: sarà uno show differente dai libri“, racconta Wilcox, mentre Miller ha parlato di episodi che “hanno un inizio, uno svolgimento e una fine, ma fanno parte di una mitologia più larga: chi è Gavin? Come mai vuole Henry e Jane? Queste risposte non saranno scontate, quando uno show diventa scontato fallisce: non vogliamo che i fan sappiano cosa succede, ma che siano costantemente sorpresi, questo sarà il nostro approccio alla stagione“.

    Post originariamente scritto l’11 luglio alle 17; aggiornato il 14 luglio alle 17.55

    1118

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ABCComic Con 2012IntervisteSerie TvSerie TV Americane666 Park AvenueTerry O'Quinnvanessa williams