Community 4 senza Dan Harmon per ampliare l’audience? La (furiosa) reazione del creatore

Community 4 senza Dan Harmon per ampliare l’audience? La (furiosa) reazione del creatore

Dan Harmon non tornerà – almeno nella sua veste di showrunner – nella quarta stagione di Community: in un post di fuoco, l'autore smentisce NBC e Sony e le loro ricostruzioni

    Community 4 senza Dan Harmon per ampliare l’audience? La (furiosa) reazione del creatore

    Dan Harmon non tornerà – almeno nella sua veste di showrunner – nella quarta stagione di Community, cosa che sta mettendo in agitazione i fan (oggi il nome del creatore dello show era trending topic mondiale su Twitter), considerato che Harmon è l’uomo che ha reso Community ciò che è oggi, un gioiellino. Il problema è che ad oggi lo show è un gioiellino per pochi telespettatori, laddove rete e studio verrebbero ampliare l’audience dello show: anche per questo, al posto di Harmon arriveranno David Guarascio e Moses Port (già creatori di Aliens in America), ma a scaldare l’atmosfera è lo stesso creatore di Community con un post chilometrico su Tumblr in cui randella sia Sony che NBC.

    Che Dan Harmon non sia un tipino alla mano era già noto dopo la ‘faida’ vs Chevy Chase, uno dei motivi principali per cui, pare, l’autore è stato licenziato dallo staff di Community, passando da creatore e autore a semplice consulente produttivo: al suo posto, come dicevamo nel recap degli upfronts di ieri pomeriggio, arriveranno David Guarascio e Moses Port (Aliens in America), chiamati, secondo TV Guide, da Sony per ‘ampliare’ la base di Community e allungare la sua messa in onda su NBC oltre la terza stagione – peraltro studio e network hanno più volte eccepito sulla direzione creativa dello show.

    Operazione difficile, considerato che la fanbase dello show identifica Harmon in Community e viceversa, e che potrebbe anche portare a problemi con il cast: ‘Dan è il creatore dello show, perderlo sarebbe pazzesco: non so come potremmo fare senza di lui‘, ha detto poche ore fa Joe McHale; ma la chiamata di Guarascio e Port è stata necessaria, visto che gli ex producer Neil Goldman e Garrett Donovan sono stati scritturati nella sitcom FOX Ben and Kate, mentre il co-produttore esecutivo Chris McKenna sta sviluppando un nuovo show per Universal e non avrebbe accettato di essere showrunner senza Harmon.

    Come sempre accade in questi casi, comunque, più della notizia in sé è interessante quello che c’è dietro: se nei giorni scorsi Bob Greenblatt aveva spiegato ‘sono sicuro che Dan continuerà a far sentire la sua voce (nella produzione dello show, ndr), non so se lavorandoci giorno per giorno o essendo un semplice consulente‘, oggi è lo stesso Harmon a mettere i puntini sulle i, con un post intitolato ‘Hey, mi sono perso qualcosa?‘: ‘Qualche ora fa sono atterrato a Los Angeles, ho acceso il telefono e scoperto quello che sapete: Sony Pictures Television mi ha rimpiazzato con due tizi stagionati che sono sicuro saranno carinissimi‘, scrive Harmon su Tumblr (che ha il testo integrale in inglese, la traduzione italiana è parziale ma mantiene il senso di quanto scritto). ‘E perché Sony voleva che me ne andassi? Non saprei dirvelo, sono stato in contatto con loro tanto quanto voi – non mi hanno chiamato sin dalla notizia del rinnovo per la quarta stagione, ergo le loro ragioni per rimpiazzarmi non sono fatti miei. Community è una loro proprietà, io ho solo il 10% e non voglio sapere quali siano le loro ragioni per avermi licenziato – mi farebbero ancora più male sapendo che devo ascoltarle gratuitamente‘.

    Harmon spiega di voler correggere un paio di punti emersi negli ultimi giorni, a partire dalle frasi di Greenblatt, che il creatore afferma di non aver mai sentito, telefonicamente o di persona, per tutto il tempo che ha lavorato in NBC, né quando è diventato presidente, né quando Harmon è stato licenziato, né quando avrebbe dovuto chiedergli se avrebbe voluto continuare a lavorare nello show: ‘Non dico che non avesse di meglio da fare, ma di sicuro non è la fonte principale per avere notizie su di me‘, ha spiegato l’autore.

    Sono stato di default definito consulente produttivo, che poi è una clausola protettiva per il creatore di uno show: non è che Skynet può spararmi e gettarmi in un fosso – aggiunge Harmon, che invita i fan a non credere a quello che leggono, ribadendo come nessuno lo abbia mai chiamato – siamo autorizzati ad avere un qualche titolo in uno show che abbiamo creato, ed aiutare magari a fare la punta alle matite. Ma se andassi in ufficio non avrei nessun potere, nessuno dovrebbe fare quello che dico, potrei dare consigli sulle sceneggiature ma non riscriverle, dire se uno scherzo è buono o meno: non dico che non sarebbe un buon Community – conclude Harmon – ma non sarà il Community che è stato nelle prime tre stagioni, ossia il mio Community‘.

    808

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI