Comic Con 2011: le anticipazioni per la seconda stagione di Game of Thrones

Comic Con 2011: le anticipazioni per la seconda stagione di Game of Thrones

Comic Con 2011: le anticipazioni per la seconda stagione di Game of Thrones e qualche curiosità sulla prima appena conclusa

    Con Game Of Thrones continua il tour del San Diego Comic Con 2011, con il suo carico di anticipazioni sulle serie tv, dopo la serie più attesa dai fan di Buffy, parliamo della rivelazione della scorsa stagione televisiva per le tv via cavo, andata in onda fino a poche settimane fa su HBO (entro la fine dell’anno in Italia). Solita avvertenza, dopo il salto gli spoiler sono la regola, anche se considerato che i produttori si sono appena messi al lavoro sulla seconda stagione, non è che ci sia molta ‘ciccia’.

    Game Of Thrones è indubbiamente la serie delle sorprese, ad esempio non solo David Benioff non conosceva i libri fino al 2006, fin quando un giorno non gli scaricarono i quattro libri pensando che potesse trarci un film (che eventualmente sarebbe stato vietato ai minori di 13 anni), ma nemmeno sapeva chi scritturare per Khal Drogo, tanto che arrivò a Jason Momoa solo su suggerimento dei fan.

    Il linguaggio del khalasar che si sente in tv è totalmente inventato, e per quanto riguarda la cattiva abitudine di George R.R. Martin di uccidere i personaggi a prescindere dalla loro importanza (Ned Stark ci mancherà), “voglio che la gente sia coinvolta emotivamente nella storia, voglio che i lettori abbiano paura di girare la pagina senza sapere chi vive e chi muore“, la spiegazione che l’autore ha dato ai fan.

    Dopo una partenza scherzosa su cosa ci aspetta dalla seconda stagione di Game of Thrones – “tutti muoiono, è stato solo un sogno“, hanno spiegato Benioff e D.B. Weiss – i due producer hanno rivelato l’introduzione di molti nuovi personaggi, ma anche di “cose cattive che ci aspettano a Nord della barriera, ma anche la crescita dei draghi e dei lupi mannari: sarà – hanno detto i due producer – una stagione di esplorazione“.

    Più interessante invece il fatto che se ci sarà una terza stagione, non corrisponderà totalmente ai libri, considerati “troppo grandi per comprimerli in una stagione“. Alcuni dettagli verranno invece lasciati fuori, e se vedendo la prima stagione (dove non abbiamo visto una battaglia che sia una), si poteva pensare alla battaglia delle Acque Nere, è invece intenzione degli sceneggiatori inserirla “anche a costo di dover chiedere i soldi ai fan per finanziare queste scene“.

    E a proposito di scene, non aspettatevi spezzoni non inseriti nello show nel dvd della prima stagione, i produttori hanno usato tutto il girato, anche se gli extra ci saranno, come ad esempio l’audizione di Jason Momoa che gli è valsa il ruolo di Drogo, con tanto di balletto finale.

    A prescindere da quante stagioni durerà lo show, i fan non avranno un fnale à la Lost, George Martin si è detto ovviamente concentrato (non senza qualche patema) sulla fine, che dovrebbe arrivare tra due libri: “Mi è molto piaciuta la fine del Signore degli Anelli, spero che alla fine tutto torni e che le persone siano felici, anche se io sono un fan dei finali agrodolci e questo è quello che dovrete aspettarvi“.

    Al panel hanno partecipato anche alcuni membri del cast: se Momoa ha mandato a quel paese Martin per la sua fine prematura (contrariamente ad altri, l’attore non aveva letto i libri), Kit Harrington ha detto di volere “Jon Snow sul trono“, e di non sapere chi sia sua madre.

    Nikola Coster-Waldau immagina invece un futuro idilliaco per Jaime e Cersei, mentre Lena Headey ha rivelato che porterebbe indietro Khal Drogo e dominare assieme a lui e Tyrion.

    Interpellata da Martin su come si senta ad interpretare una cattivissima in Game Of Thrones dopo aver salvato il mondo in Terminator: The Sarah Connor Chronicles, infine, la Headey ha risposto che Cersei ha una sua ambigua morale, “una cosa che amo molto in lei: so che sono stata criticata per aver dato al personaggio un po’ di umanità, ma tutti meritano una seconda chance: penso che sia una donna confusa, che pensava la sua vita sarebbe stata differente“.

    713

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI