Comic Con 2008: I Simpson

Spazio anche per I Simpson al Comic Con 2008, che ospitava, per grande disappunto dei fan, solo la loro divinità-in-Terra, il creatore del cartoon Matt Groening, ma nessuno del cast se non lo showrunner Al Jean

da , il

    comic con simpson

    (Foto da: TV Squad)

    Spazio anche per I Simpson al Comic Con 2008, che ospitava, per grande disappunto dei fan, solo la loro divinità-in-Terra, il creatore del cartoon Matt Groening, e lo showrunner Al Jean, ma nessuno dei doppiatori dei personaggi più o meno famosi della serie.

    Chissà, forse perché presi dai festeggiamenti del rinnovo del contratto, non c’erano né Dan Castellaneta (Homer), Julie Kavner (Marge), Nancy Cartwright (Bart), Yeardley Smith (Lisa), Hank Azaria (Moe) e Harry Shearer (Mr. Burns), solo i due produttori.

    A parziale “risarcimento”, c’era però un video, due atti del prossimo “Treehouse of Horror XIX“, il consueto episodi halloweeniano: nel primo segmento, Homer è alle prese con l’Election Day, con un malfunzionamento del macchinario che trasforma il suo voto per Obama in uno per McCain. La seconda clip, invece, era (sarà) un omaggio al grande fumettista Charles Schulz, con alcuni dei personaggi dei Simpson catapultati nel mondo dei Peanuts.

    Lisa e Milhouse diventano come Sally e Linus, e aspettano, per la notte di Halloween, la “Grand Pumpkin” (da noi noto come Il grande cocomero): trasmesso per la prima volta sulla CBS ben 42 anni fa, nel 1966, lo special halloweeniano “It’s the Great Pumpkin, Charlie Brown“, ha come protagonista proprio Il grande Cocomero, personaggio che, secondo Linus, sorge nella notte di Halloween dal campo di zucche per distribuire regali a tutti i bambini buoni del mondo.

    Quanto alla serie vera e propria, tra le prossime guest star del cartone della Fox ci saranno Julia-Louis Dreyfus, Joe Mantegna e Robert Forster: tutte appariranno nella season premiere, mentre nel secondo episodio, Homer (e non Bart, come si pensava in un primo momento) trova il cellulare di Denis Leary (guest star della puntata) e, spacciandosi per lui, scrittura Leary in “Everybody Poops: The Movie“.

    Per i fan, infine, ci sono buone notizie: finché gli ascolti terranno, scordatevi che I Simpson spariscano, anche se – e non è che se lo chiedevano, visto che quasi nessuno legge più – al momento è improbabile che vengano trasposti in un fumetto. Se il fumetto (ad oggi) non si farà, possiamo sempre consolarci con il sequel del primo “The Simpson Movie”, pare confermato che ci sarà, anche se ancora è tutto da definire, sceneggiatura compresa.