Colpo di Mediaset, Sara Carbonero entra nella squadra di Premium

Colpo di Mediaset, Sara Carbonero entra nella squadra di Premium

Colpo di Mediaset, dall'anno prossimo a condurre i programmi dedicati al calcio su Premium ci sarà la bellissima Sara Carbonero, la fidanzata del capitano spagnolo Iker Casillas diventata famosa durante l'ultimo Mondiale

    Sara Carbonero mangia spaghetti

    Fino a qualche tempo fa, il suo nome in Spagna suscitava un mare di polemiche. Oggi, dopo il bacio alla fine della partita che ha regalato alla nazionale spagnola il primo successo mondiale, è diventata la fidanzata di un intero Paese. Stiamo ovviamente parlando di Sara Carbonero, che presto lascerà la Penisola Iberica per venire a lavorare in Italia. La venticinquenne giornalista entrerà a far parte della squadra di Mediaset Premium. La fidanzata del portiere e capitano spagnolo Iker Casillas ha il giusto mix di competenza e fascino, e Mediaset non se l’è lasciata sfuggire.

    Dopo un breve ma intenso corteggiamento, è riuscito a conquistarla: Sara lavorerà a Mediaset Premium per la prossima stagione sportiva a fianco delle due ex voci di Sky Pierluigi Pardo e Marco Foroni, strappati alla rete concorrente. Le novità sono state ufficializzate oggi, a Milano, nel corso della presentazione del nuovo palinsensto sportivo del canale digitale Mediaset Premium.

    Come dicevamo prima, la presenza di Sara Carbonero in Spagna ha fatto discutere e non solo nella Penisola Iberica. Uno dei quotidiani più autorevoli, il Times, la sbattè in prima pagina additandola come “distrazione” per il portiere e capitano de la Roja. Se si aggiunge che la Carbonero ha anche condiviso il ritiro con il bell’Iker i problemi peggiorano.

    A difenderla sono scesi in campo, la moglie di uno del leader dei liberaldemocratici inglesi Nick Clegg, l’avvocato internazionale spagnola Miriam González Durántez che ha scritto al Times subito dopo il bacio in diretta: “Caro direttore, adesso che la Spagna ha vinto il Mondiale e Iker Casillas ha dimostrato di essere un grande portiere che lo guardi la sua ragazza o no, è giunto il momento per voi di mangiare una fetta di torta dell’umiltà. Tentare di dare la colpo a Sara della performance scialba iniziale della Spagna mentre lei stava semplicimente facendo il suo lavoro [Spanish inquisition blames WAG after Swiss vanquish the favourites, pubblicato il 17 giugno] non è degno per un giornale del genere che dovrebbe trattare le donne per quello che sono e non per quello che fanno i loro partner“.

    Non solo lei, anche il deus ex-machina di Telecinco, la rete per cui lavorava, Paolo Vasile ha detto: “Prendersela con lei non è machismo, è stupidaggine“. L’ha difesa anche l’associazione della stampa spagnola: “È stato un caso da giornalista, Carbonero sa bene di non dover farsi prendere troppo emotivamente dalle storie che racconta. Se vuole diventare una brava professionista, non deve farsi tentare dalle cattive abitudini di certi suoi colleghi“. A lasciarsi tentare o se preferite trascinare dalle emozioni, invece, era stato Iker Casillas che alla termine della finale la baciò, una delle scene che sono entrate di diritto nella storia del Mondiale sudafricano. Ecco il bacio originale:

    Eil bacio parodia de La Sexta

    628