Colpi di sole. Nuova sit-com di RaiTre.

Colpi di sole. Nuova sit-com di RaiTre.

nuova sit-com di raitre

da in Fiction italiane, Palinsesto Rai, Prime Visioni, Rai 3, Sitcom, Manuel Casella, Rai Fiction, sketch-show
Ultimo aggiornamento:

    Una produzione Rai Fiction, realizzata da 11 MARZO FILM s.r.l., prodotta da Roberto e Matteo LEVI, Colpi di sole è la nuova sit-com, dal format originale, che andrà in onda su RAI TRE, dal 3 giugno 2007, sabato e domenica alle ore 20.30.
    Colpi di sole arriva nell’Access Prime Time, di Rai Tre, al sabato e alla domenica al posto di Che Tempo che Fa; Access che sarà coperto invece dalla soap partenopea Un posto al sole dal lunedì al venerdì.

    Scritto da Beppe Tosco e Andrea Zalone e con la regia Mariano Lamberti, Colpi di sole racconta la vita all’interno di un parrucchiere per signora, il tempio della femminilità, spia cosa si dicono le donne quando fanno gruppo, quando sotto forbici e pettine si mettono a nudo.
    Il titolare è Rocco (Paolo Giovannucci), gay attratto dall’identità eterosessuale, che adora e critica l’universo delle donne: lavoranti e clienti un po’ sopra le righe, protagoniste di storie divertenti, ironicamente contagiose, a volte surreali.
    Nel negozio di Rocco, nel centro storico di una grande città, il tipico parrucchiere delle “signore bene”, elegante e un po’ eccessivo nell’arredamento vi lavorano Nicoletta Polacchi (Monica Dugo) lavorante addetta al taglio, brava a tagliare e a fare le tinte, ma non innamorata del suo lavoro come la collega, Sabrina (Roberta Cartocci), praticamente il braccio destro di Rocco. Sabrina si occupa dei tagli, tinte messe in piega e acconciature. Per lei il negozio viene prima di tutto. Quando Rocco non c’è è lei che comanda.
    Nel salone si aggira un universo variegato di donne: Elsa Padrulo (Laura De Marchi) estetista, 45 anni, taglia forte, donna del sud; Irina Beltrova (Tiziana Scrocca) sciampista di origine russa, 33 anni, generosa, disponibile senza essere servile ma anche ruvida e spigolosa; Domenica Padan (Chiara De Bonis) detta Mia, sciampista, 19 anni, giovanissima e ambiziosa, fa la sciampista da pochi mesi, ma aspira con determinazione al taglio. Vuole fare carriera in fretta. Non ha scrupoli. E’ la spia. E’ cattiva, pettegola e semina zizzania; l’on.

    Gaetano Attamante (Antonio Petrocelli), cliente di Rocco, 45-50 anni. Non si saprà mai a quale partito sia iscritto. Edonista, amante dell’estetica, non va da Rocco solo per farsi tagliare i capelli ma approfitta di tutta la tecnologia e di tutti i trattamenti estetici di cui il salone e’ dotato. All’angolo del negozio c’è una tabaccheria e a una decina di metri un bar, di cui conosciamo Walter (Manuel Casella), il barista, che puntualmente porta la colazione e il caffè. C’è anche una grande rivalità tra il centro estetico interno e quello cinese a pochi passi, Kung Fashion.
    Ogni puntata di 25’ circa è composta di 9/11 episodi con durate variabili da 30” a 5’ ciascuno.
    Tra i diversi segmenti di racconto, in ogni puntata ci sono tre appuntamenti fissi: la pausa caffè, momento in cui emergono le dinamiche tra i protagonisti, la pausa di riflessione, momento in cui i personaggi, a turno, si confessano davanti allo specchio, e infine la boule de neige.
    Colpi di sole è fatto di tante piccole storie con un inizio e una fine. Ogni episodio circumnaviga infatti, in modo brioso e spesso paradossale, angoli visibili e nascosti della vita reale di oggi, che attengono alla vita privata e alla cronaca del Paese:dal testamento biologico alla raccolta differenziata, il problema del traffico e dei parcheggi, la morte.
    Tutto ciò che avviene nel salone di Colpi di sole viene ripreso attraverso uno degli specchi dell’angolo acconciature, dietro il quale è posta convenzionalmente la telecamera. L’ambiente è unico, la camera è fissa.
    Una camera fissa che propone però una piccola variazione: l’appoggio di altre due camere fisse con fuochi diversi, grazie ai quali, solo in alcuni momenti, si riesce a portare in primissimo e primo piano ciò che avviene sul fondo e al centro della scena.
    Le premesse sono buone per questo sketch-show con il tono della sitcom, prodotto da mamma Rai, sperando che questo piccolo progetto possa dare un po’ di respiro alla disastrosa situazione in cui versa la tv pubblica e non.

    796

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fiction italianePalinsesto RaiPrime VisioniRai 3SitcomManuel CasellaRai Fictionsketch-show