Coliandro: deluso dalla tv, l’ispettore sbarca al cinema

Coliandro: deluso dalla tv, l’ispettore sbarca al cinema

L'Ispettore Coliandro guarda al cinema: Carlo Lucarelli cerca soggetti cinematografici e chiede aiuto ai fans

da in Fiction italiane, Film
Ultimo aggiornamento:

    L’Ispettore Coliandro chiede aiuto ai fans per sbarcare sul grande schermo. La cancellazione della serie da parte della Rai chiede ancora vendetta, ma il pubblico non ha dimenticato l’ispettore pasticcione e ‘adolescenziale’, nato dalla penna di Carlo Lucarelli e interpretato sul piccolo schermo da Giampaolo Morelli. Intorno a lui si è creato un florido movimento di fans, cui ora si ora si affidano proprio il padre letterario del personaggio, gli sceneggiatori della serie tv e i registi della fiction, i Manetti Bros. E’ infatti stato indetto un concorso per trovare la storia giusta da affidare a Coliandro per un prossimo debutto cinematografico. Forza, tutti al lavoro.

    Quattro stagioni, dal 2006 al 2010, per un totale di 14 film tv che hanno fatto innamorare il pubblico giovane di RaiDue, poi il buio: la Rai ha deciso di tagliare L’Ispettore Coliandro, nonostante l’ottimo riscontro di ascolti e critica, e la feroce protesta dei fans è corsa sul web, senza però che Viale Mazzini tornasse sui suoi passi. L’improvvisa ‘morte’ (fictional, s’intende) del titolo ha alimentato ancora di più il mito de L’Ispettore Coliandro, che ora chiama a raccolta fans, estimatori e soprattutto aspiranti sceneggiatori, per far venire fuori un’idea per un soggetto cinematografico che abbia per protagonista proprio il mitico ispettore, che si ispira al ‘Monnezza’ e che ha un immaginario di riferimento con profonde radici negli anni ’70.

    Carlo Lucarelli, padre letterario dell’ispettore, cerca, infatti, soggetti per il primo film di Coliandro: chiunque abbia un’idea da proporre può farlo inviando un soggetto (ovviamente inedito e di massimo 1.800 battute) a info@bottegafinzioni.it entro il 3 dicembre.

    Lucarelli, i Manetti Bros, Giampiero Rigosi (sceneggiatore della serie) e Michele Cogo valuteranno i soggetti giunti e il vincitore potrà frequentare gratuitamente i corsi dedicati alla scrittura fictional della ‘Bottega Finzioni’ di Bologna, laboratorio di narrazione fondato e seguito da Lucarelli, Rigosi e Cogo. Il vincitore, inoltre, lavorerà da gennaio a dicembre sulla sceneggiatura del film.

    Un’iniziativa promozionale per Bottega Finzioni davvero intelligente e un’opportunità unica per partecipare al ritorno di Colandro sullo schermo. “In questi anni ho sempre pensato che sarebbe stato bello portare Coliandro sul grande schermo, ma finora non ho mai trovato il soggetto giusto è così ho deciso di ascoltare le storie dei fans, sperando che ci sia quella buona” dice Lucarelli, cui fa eco anche Giampaolo Morelli, che lancia un vero e proprio appello: ‘‘Impegnatevi, aiutateci a portare Coliandro al cinema. Anche perché mi mancano la giacca di pelle e i Rayban… ho nostalgia!”. Anche noi…

    467

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fiction italianeFilm