Clementino a Sanremo 2017 con ‘Ragazzi Fuori’: il testo della canzone

Il rapper napoletano in gara al Festival dopo aver partecipato all'edizione 2016 con 'Quando sono lontano'

da , il

    Clementino partecipa a Sanremo 2017 con il brano Ragazzi fuori: il testo della canzone è già stato reso pubblico. Il rapper – il cui vero nome è Clemente Maccaro – compare, infatti, nell’elenco dei cantanti BIG in gara nella 67esima edizione del Festival della Canzone Italiana. Il cantante di origini napoletane torna al Teatro Ariston, visto che ha già partecipato all’edizione 2016 della kermesse musicale in onda su RAI 1 a febbraio con il brano Quando sono lontano, il cui testo racconta la distanza percepita dal protagonista rispetto al luogo dov’è cresciuto…

    Come tutti i ventidue cantanti in gara al Festival di Sanremo 2017, anche Clementino – che, come detto, torna all’Ariston con la canzone inedita dal titolo Ragazzi fuori, il cui testo è già stato pubblicato – ha appreso di essere tra i Campioni convocati quest’anno, ascoltando l’annuncio di Carlo Conti a Sarà Sanremo. Durante la puntata speciale andata in onda su RAI 1 il direttore artistico ha reso ufficialmente noti i nomi di tutti i partecipanti.

    Clementino partecipa al Festival di Sanremo per il secondo anno. Sui social network, in particolare su Facebook, il rapper ha voluto commentare così la convocazione di Carlo Conti:

    ‘Dopo la stupenda esperienza della scorsa edizione, sono felice di ritornare all’Ariston per raccontare le storie di noi Ragazzi fuori! Ci vediamo a Sanremo 2017!’. Aggiungendo un sentito ‘Grazie a tutti Guagliù’ in segno di apprezzamento nei confronti di tutti i suoi sostenitori.

    Inoltre qualche ora dopo Clementino ha aggiornato nuovamente i suoi fan, pubblicando uno scatto che lo ritrae in compagnia del cantautore Gigi D’Alessio, anche lui tra i BIG in gara quest’anno al Festival. Quindi, scherzando il rapper ha fatto sapere:

    ‘Buon Appetito! Super Terroni a Sanremo!’

    Clementino torna al Festival dopo che nell’edizione 2016 si è piazzato al settimo posto della classifica finale gareggiando con la canzone Quando sono lontano. Inoltre, nel 2013 è stato tra gli ospiti della kermesse, affiancando sul palco gli Almamegretta, quell’anno voluti al Festival da Fabio Fazio.

    Il grande pubblico televisivo, però, ha imparato a conoscere Clementino piano piano, vedendolo sulla TV generalista. Nell’autunno 2014, infatti, il rapper ha preso parte al docu-reality di Rai 2 Pechino Express, in viaggio insieme al fratello Paolo per raggiungere la meta della terza edizione.

    Ora a Sanremo 2017 Clementino riuscirà a conquistare tutti con il nuovo brano Ragazzi fuori? Dopo ‘O Vient e Quando sono lontano ci sarà spazio o no per un’altra hit da trasmettere in tutte le radio?

    Ragazzi fuori: il testo della canzone di clementino

    di C. Maccaro – F. Rizzo – S. Tognini – P.M. Lombroni Capalbo – C. Maccaro

    Resto fino a quando sorriderai, tra le luci del mattino e poi

    Questa non è l’aria che respirerai, ricordi quando eravamo noi

    Resto fino a quando sorriderai, non ti sveglio in questo sogno

    Scriverò sui muri della mia città, storie di ragazzi fuori

    Finalmente stai dormendo

    E via i pensieri in una stanza e non arriva il vento

    Ricordo i passi, i calcinacci e tutto in quel momento

    I primi viaggi da ragazzi e quanto eri contento

    Non bastano risate qua per stare più sereno

    Se questa vita ti ha servito pane col veleno

    Una giornata normale, buttato in un locale

    Quando tutto sembra uguale, giochi a carte con il male

    E con due piedi dentro beh ci sono stato anch’io

    Quando raschiavo il fondo inginocchiato a un falso Dio

    Tu ca me parl cu l’uocchie e veco a faccia e papà

    Ferite ngopp ginocchia scugnizzi dint a sta città

    Resto fino a quando sorriderai, tra le luci del mattino e poi

    Questa non è l’aria che respirerai, ricordi quando eravamo noi

    Resto fino a quando sorriderai, non ti sveglio in questo sogno

    Scriverò sui muri della mia città, storie di ragazzi fuori

    È passato un altro inverno ragazzi fuori

    Sotto il cielo e le rovine di palazzi e cori

    Aspetto il treno delle tre qui dalla ferrovia

    Mi dici «come stai», ti dico «come vuoi che stia»

    Tutto si aggiusta via,

    Ancora attendo, non comprendo questa giusta via

    Per quanto tosta sia, non stare più in balia

    È questo schifo che ha rubato tutta l’energia

    Di questa vita mia

    Siamo ragazzi soli perdonateci signori

    Di queste intrusioni, ma quali illusioni

    Nuovi messaggi, nuove generazioni nell’era delle menzogne e del buio

    Siamo ragazzi fuori

    Resto fino a quando sorriderai, tra le luci del mattino e poi

    Questa non è l’aria che respirerai, ricordi quando eravamo noi

    Resto fino a quando sorriderai, non ti sveglio in questo sogno

    Scriverò sui muri della mia città, storie di ragazzi fuori

    Storie di ragazzi fuori

    Le mie storie di ragazzi fuori

    Storie di ragazzi fuori

    Eravamo noi, dove eravamo noi

    Storie di ragazzi fuori

    Resto fino a quando sorriderai, tra le luci del mattino e poi

    Questa non è l’aria che respirerai, ricordi quando eravamo noi

    Resto fino a quando sorriderai, non ti sveglio in questo sogno

    Scriverò sui muri della mia città, storie di ragazzi fuori