Clemente Mimun si ‘autosmentisce’: “Non torno in Rai”

Clemente Mimun si ‘autosmentisce’: “Non torno in Rai”

Clemente J

da in Informazione, Personaggi Tv, Rai, TG 5, Clemente-Mimun, Politica
Ultimo aggiornamento:

    Silvio Berlusconi e Clemente Mimun

    Il suo fuori onda beccato da Striscia aveva già fatto saltare molti dalle proprie ‘poltrone’, ma ora Clemente J. Mimun, attuale direttore del Tg5, si ‘autosmentisce’ dichiarandosi non interessato ad un ritorno in Rai. “Resto a Mediaset, ho ancora tanti progetti da realizzare”, il succo dell’intervista concessa a Il Sole 24 Ore.

    Nel fuori onda mandato in onda da Striscia (visibile qui) Clemente Mimun si autocandidava alla direzione di RaiDue a scrutini elettorali ancora in corso.

    Una mossa giudicata perlomeno di cattivo gusto, che ora Mimun si affretta a sminuire. “Quelle trasmesse da Striscia erano chiacchiere da bar“, dice Mimun nell’intervista a Luca Veronese. “Parlavo di una sfida impossibile - aggiunge – quella di dirigere una rete e un telegiornale nello stesso tempo. E mi è scappato, senza pensarci, il riferimento al Tg2. In futuro starò più attento alle telecamere, soprattutto quando sono spente, o sembrano spente”. La vittoria di Berlusconi quindi non sembra preludere ad un suo ritorno in Rai, visto che ci tiene a sottolineare che sta bene dove sta: “Al Tg5 si lavora con la massima libertà e i risultati che otteniamo vengono considerati e premiati. Il tam tam delle nomine è iniziato da un pezzo, ma io non c’entro niente“.

    E dire, però, che, come evidenzia Veronese, ad ogni vittoria elettorale di Silvio Berlusconi è corrisposta una nomina alla direzione di una testata giornalistica della Rai: nel 1994 andò al Tg2, nel 2002 (con un po’ di ritardo) al Tg1.

    Ma anche qui Mimun minimizza: “Quando cambiano i governi, alla Rai cambiano i direttori dei telegiornali. Chiunque vinca le elezioni. Nel 2006 Prodi ci mise solo quattro mesi a farmi fuori“.

    In ogni caso, almeno per il momento, i suoi pensieri sono tutti per il Tg5: “Abbiamo completato il riassetto tematico del Tg5: gli spazi all’economia e alla politica hanno dato peso al giornale e ci hanno fatto guadagnare autorevolezza. Ora dobbiamo rinnovare contenuti e confezione e poi completare il lavoro con l’organizzazione. Ci vorranno ancora un paio d’anni: voglio realizzare un telegiornale che renda la concorrenza antiquata, voglio che gli altri siano costretti a inseguirci.”

    Chissà che non debba essere proprio lui ad inseguire ben presto la sua creatura dalla poltrona di un Tg Rai.

    578

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InformazionePersonaggi TvRaiTG 5Clemente-MimunPolitica
    ALTRE NOTIZIE