Clemente J Mimun si schiera con Minzolini e presenta le Bond Girl del suo Tg5

Clemente J Mimun si schiera con Minzolini e presenta le Bond Girl del suo Tg5

Il direttore del Tg 5 Clemente J Mimun presenta a Tv Sorrisi e Canzoni le nuove conduttrici del Tg5 e difende la scelta di Augusto Minzolini di rinnovare i giornalisti in video del Tg 1

    Clemente J Mimun e le nuove conduttrici del Tg 5 su Tv Sorrisi e Canzoni

    Mentre a Viale Mazzini continua l’aspra polemica per la decisione del direttore del Tg 1 Augusto Minzolini di togliere dalla conduzione alcuni volti storici del notiziario di Rai Uno, in casa Mediaset il direttore Clemente J. Mimun è orgoglioso delle nuove conduttrici del suo Tg 5, la bionda Simona Branchetti e le more Costanza Calabrese e Susanna Galeazzi, che ha presentato sul nuovo numero di Tv Sorrisi e Canzoni: preparate, capaci, televisive e anche carine secondo il giudizio di Mimun. Al settimanale diretto da Alfonso Signorini ha annunciato altri volti nuovi in arrivo e sul caso Minzolini non poteva che schierarsi al suo fianco.

    Nonostante dica di non considerare così importante la conduzione, anche il direttore del Tg 5 Clemente J. Mimun, come e prima del collega di pari grado del Tg 1 Augusto Minzolini, ha rivoluzionato il suo notiziario con l’inserimento di nuovi conduttori e lo spostamento dei volti storici ad altre mansioni redazionali. La decisione di Mimun di mandare in onda solo giornalisti donne provocò a suo tempo diverse proteste, così come ora sta suscitando molte polemiche l’epurazione dal video di Tiziano Ferrario, Piero Damosso e Paolo Di Giannantonio decisa da Minzolini. Con questa premessa non poteva che schierarsi dalla parte del rivale:

    Il Tg1 ha rinunciato negli anni a conduttori come Frajese, Vespa, Michelini e non è successo nulla. Al Tg5 c’erano Enrico Mentana e Lamberto Sposini e oggi è forte come prima” ha dichiarato il direttore contestando in particolare la giornalista Maria Luisa Busi: “Non voler rinunciare alla conduzione dopo 27 anni per me è una stravagante pretesa. Se uno dice che il Tg fa schifo e non lo condivide, non ha che da lasciare almeno la conduzione.

    Sì, mi riferisco a Maria Luisa Busi. Quand’ero al Tg1 le offrii di andare a Parigi e mi disse di no, pur di rimanere alla conduzione”.

    Sulle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni il direttore del Tg 5 difende dunque la sua scelta e presentando le nuove conduttrici dell’edizione delle 13, Simona Branchetti, Costanza Calabrese e Susanna Galeazzi, dice che “potrebbero fare le Bond Girl” perché sono “preparate e capaci, professionalmente ineccepibili e nello stesso tempo molto televisive e carine”.

    Al settimanale diretto da Alfonso Signorini Mimun ha inoltre annunciato altri cambiamenti in arrivo per il suo Tg 5 perché secondo il direttore non vale il detto “squadra che vince non si cambia”, ma semmai “si integra”: “Stiamo facendo una politica che porterà a ringiovanire il giornale: nessuno va via, ma vengono inseriti giovani perché è opportuno essere sintonizzati anche sui nuovi linguaggi”. E così gradualmente introdurrà tutte le novità che ha in serbo perché per il direttore questo va fatto “quando le cose vanno bene” e ora il suo Tg “gode di ottima salute”.

    Abbiamo una squadra di conduttrici destinata via via a scalare, dalle 8 alle 10, poi alle 13, 17, 20… – ha aggiunto Mimun – Però la sera abbiamo già due conduttrici di grande esperienza, Cesara Buonamici e Cristina Parodi, molto amate dal pubblico”. E speriamo che almeno loro restino al proprio posto.

    Foto Iwan Palombi per “Tv Sorrisi e Canzoni”tratta da Tgcom

    604