Claudia Mori, per la Rai produce film tv sulla violenza alle donne

Claudia Mori, per la Rai produce film tv sulla violenza alle donne

Un'agguerrita Claudia Mori difende il suo progetto di film tv dedicati alle donne e alle violenze subite

    claudia mori

    Claudia Mori, nelle vesti di produttrice si dedica, per la Rai, ad una serie di film tv che hanno come filo conduttore la violenza alle donne. L’impegno della signora Mori per la condizione femminile è nota da tempo e oggi si sente pronta ad affrontare anche le difficoltà che un progetto del genere sicuramente le causerà. In una dettagliata intervista rilasciata a Sorrisi e Canzoni Tv, Claudia Mori ha dichiarato di sentirsi una donna forte, il suo progetto è finalmente andato in porto, il primo film tv della serie Un corpo in vendita, è finito e già sta pensando al secondo capitolo.

    Claudia Mori, molto più dei dirigenti Rai, è certa del successo del film perchè ritiene che il pubblico sia molto più preparato e pronto di quanto i vertici di Viale Mazzini non credano. Ed in effetti, non si capisce perché non dovrebbe esserlo. Mai come questo momento il pubblico della tv generalista ed in particolare quello affezionato a RaiUno, ha dimostrato di saper apprezzare anche programmi fuori dal comune e, anche le fiction, sembra stiano andando in quella direzione. Impegno sociale e una buona sceneggiatura fanno sicuramente la differenza.

    Sei i film che la Mori ha messo in produzione e che ruotano tutti intorno allo stesso tema quanto mai di attualità, la violenza alle donne, ma alla fine il direttore di RaiUno, Mazza, stando a quello che riporta la Mori a Sorrisi, ne ha concessi solo quattro, perché ritiene le tematiche troppo forti per il target.

    E’ arrabbiata Claudia, non capisce perché, nonostante i grandi ascolti delle sue fiction, una per tutte quella dedicata a Franco Basaglia, C’era una volta la città dei matti, siano sempre ottimi, lei debba avere una vita molto difficile all’interno dell’azienda pubblica.

    Qui è partita ovvia la domanda sul perché allora non le sia venuto in mente di proporre i suoi progetti a Mediaset, la risposta non ha lasciato spazio a repliche, “non sono in linea con i loro progetti editoriali, non puntano su temi sociali”, ha dichiarato la Mori. Il primo film tv si intitola Troppo Amore ed è la storia di un amore malato che diventa prigione per la donna, la Mori spera che questo possa in qualche modo aiutare le molte donne che non osano rendere pubbliche le violenze subite proprio in ambito familiare.

    Poi Claudia Mori, com’è nel suo stile, la ricordiamo ai tempi in cui era uno dei giudici di X Factor, non risparmia una nota polemica sulla Rai che la mette sempre un po’ da parte, sullo show di suo marito Adriano Celentano, ingiustamente tagliato e rilancia il progetto del programma con Mara Maionchi, una bella verve non c’è che dire, seguiremo da vicino lo sviluppo di questo progetto.

    535

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI