Citizen Report, Minoli su Rai Tre: recensione in anteprima

Citizen Report, Minoli su Rai Tre: recensione in anteprima

Recensione in anteprima di Televisionando della prima puntata di Citizen Report, il nuovo programma di Giovanni Minoli basato sul giornalismo partecipativo che andrà in onda il 13 aprile su Rai Tre

da in In Evidenza, Rai, Rai 3, giovanni-minoli, rai-educational
Ultimo aggiornamento:

    Citizen Report

    Dopo il grande successo ottenuto sul digitale terrestre con Rai Educational, Giovanni Minoli fa un’incursione nella TV generalista con Citizen Report, nuovo programma condotto da Federica Cellini che dal 13 aprile andrà in onda ogni settimana su Rai Tre. Purtroppo, come sempre per le realtà più interessanti, in un orario abbastanza proibitivo per il grande pubblico, l’una di notte. La redazione di Televisionando è stata invitata nella sede di Rai Educational ad assistere in anteprima alla puntata numero uno, dedicata alle famiglie italiane.

    Rai Educational e Minoli hanno iniziato la loro avventura nel mondo del Citizen Journalism sul web, con il sito www.citizenreport.rai.it. Il “giornalismo partecipativo” è quel tipo di informazione che viene dal basso, non da giornalisti professionisti quindi ma dalla gente comune che invia video, foto e notizie.

    In questa prima puntata, è stata raccontata la famiglia italiana in tutte le sue “nuove” declinazioni: la coppia gay che sta per avere un figlio grazie ad un utero in affitto, la famiglia numerosa, la coppia di fatto che vuole emigrare in Inghilterra, la famiglia allargata, la coppia di sposi senza figli e i “mammoni forzati” che non riescono a crearsi una famiglia a causa della precarietà.

    La puntata scorre veloce, ha molto ritmo. Forse fin troppo, perché nelle storie raccontate dagli utenti ci sarebbero tanti spunti interessanti da approfondire. Ovviamente, la qualità di alcuni filmati non è quella a cui siamo abituati in Tv, ma la cosa non deve sorprendere perché è una caratteristica “intrinseca” del linguaggio web, molto più spontaneo e diretto anche se di minore qualità formale rispetto al linguaggio televisivo.

    L’ambientazione è molto “contemporanea” con la conduttrice che dalla scrivania è connessa via voip con gli autori dei filmati poi mandati in onda. Bellissima, inoltre, l’intervista di Federica Cellini a Gabriele Muccino, che dopo aver fotografato con grande maestria lo stato delle famiglie italiane nei sui film (L’ultimo Bacio, Ricordati di me, Baciami Ancora), stavolta racconta in maniera molto commovente la sua esperienza in prima persona in una famiglia allargata.

    L’incontro è stato anche l’occasione per parlare con Minoli di un nuovo modo di fare giornalismo, lui che è sempre stato all’avanguardia su questi temi, con programmi come Mixer e Report. “Obiettivo del servizio pubblico con Citizen Report – ha detto Minoli – è quello di mettere le proprie competenze a servizio di una comunità che ha voglia di raccontarsi e di raccontare. La scommessa che vogliamo vincere è quella di stimolare gli utenti che ci inviano il materiale anche ad una riflessione sulla modalità del racconto, elevandone a poco a poco la qualità formale”.

    “La sfida – continua Minoli – è quella di sfruttare le nuove tecnologie, che sono delle ‘commodities’, per allargare l’orizzonte dell’informazione; sfruttarle per quello che in più possono dare. Nel caso di Citizen Report cerchiamo di far convivere professionalità e spontaneità, per non perdere l’una ma per arricchirsi dell’altra”.

    554

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN In EvidenzaRaiRai 3giovanni-minolirai-educational