Chris Noth: ‘Sex and The City? Un cancro, difficile essere eccitati per la fama’

Chris Noth ricorda senza affetto la fama di Sex and The City, programma definito 'un cancro' che lo spingeva costantemente sotto i riflettori dei media

da , il

    283413_1Titanic Blood and Steel

    Sex and the city? Un cancro’. A fare quest’affermazione non è un detrattore della serie, ma Chris Noth, il Mr Big dello show HBO, anche protagonista dei due film tratti dallo show, che in un’intervista all’Irish Times ha spiegato, non nei termini più felici del mondo, come la grande popolarità della serie l’abbia trasformato in una preda ambita dei media mondiali e che gli abbia tolto la gioia di vivere. Anche per questo spera che il suo ruolo in Titanic: Blood and Steel lo faccia conoscere non solo come Mr Big.

    Se una serie ti regala una popolarità così ampia che persino chi non ha mai visto Sex and The City sa che il tuo personaggio nello show si chiamava Mr Big, puoi dire che questa serie è stata una ‘piaga’? Senza peli sulla lingua (e senza neanche rifletterci troppo) Chris Noth ha confessato al giornale Irish Times che Sex and The City ‘è un cancro: non potevi scappare dai media, non ho molto da dire su quello show, solo che per me è difficile per me tentare e scoprire nuovi modi di essere eccitati per SATC’.

    L’intervista è stata rilasciata mentre l’attore era sul set di Titantic: Blood and Steel, con cui Noth spera di ‘liberarsi’ della fama di interesse amoroso di Carrie Bradshaw; la miniserie, in onda prossimamente su BBC (e sulla Rai) è una co-produzione internazionale che vede coinvolta anche l’Italia che racconta la storia di come la celebre nave fu costruita – non senza qualche problema e controversia: in totale 12 episodi, che terminano dove solitamente gli altri prodotti iniziano, ossia con il viaggio inaugurale (primo e ultimo) del Titanic.

    Oltre a Noth (il banchiere JP Morgan, tra i finanziatori della nave), lo show – costato 12 milioni di dollari – vede protagonist Neve Campbell, Kevin Zegers, Derek Jacobi, Liam Cunningham, Michael McElhatton e Martin McCann. Ambientata nella Belfast del 1907, lo show racconta in particolare le difficoltà di finanziamento del Titanic, finanziato da J.P. Morgan (Noth), e materialmente costruito da Lord William Pirrie (Jacobi). La Campbell sarà Joanna Yaeger, una giornalista che si occuperà del viaggio inaugurale del transatlantico, Zegers sarà invece Mark Muir, un metallurgo che scoprirà i difetti nel ferro usato per la nave che saranno alla base del naufragio. Nel cast anche volti noti al pubblico italiano, Massimo Ghini, Alessandra Mastronardi e Valentina Corti sarannno la famiglia Silvestri (Pietro, Sofia e Veronica Silvestri), emigranti italiani che vogliono andare in America a tentare la fortuna.