Chi l’ha Visto?, il dramma di Sarah Scazzi in diretta tv

Chi l’ha Visto?, il dramma di Sarah Scazzi in diretta tv

Sarah Scazzi è stata uccisa: presunto assassino lo zio Michele

    Diretta al limite del delirio quella di Chi l’Ha Visto?, al momento ancora in onda, in balia delle notizie su Sarah Scazzi, di cui si sta cercando il cadavere nelle campagne di Avetrana. Federica Sciarelli sta fronteggiando le agenzie che si susseguono sul presunto ritrovamento/ricerca del cadavere della quindicenne scomparsa più di un mese fa. La svolta si è avuta dopo un lunghissimo interrogatorio agli zii della ragazza e a una delle cugine, Valentina (sorella di Sabrina): lo zio avrebbe confessato l’omicidio e avrebbe dato indicazioni sul luogo in cui ha nascosto il corpo. il tutto mentre in collegamento c’è la madre di Sarah, Concetta.

    Una trasmissione del genere farà di certo discutere a lungo: Chi l’ha Visto? si stava occupando anche stasera del caso di Sarah Scazzi, con la madre Concetta in collegamento dalla casa del cognato, in pratica a casa degli zii della ragazza. Ma gli zii di Sarah, in primis lo zio Michele – che aveva trovato il cellulare di Sarah bruciacchiato qualche giorno fa -, hanno trascorso praticamente tutta la giornata in Procura, dove sono stati interrogati per oltre 10 ore. Nel mezzo della trasmissione le agenzie iniziano a battere prima la notizia del ritrovamento del cadavere di Sarah Scazzi, poi delle ricerche del corpo della ragazza: in collegamento la madre della ragazza, imperturbabile e agghiacciata, mentre Federica Sciarelli prima cerca di non dare in prima persona la notizia (nascondendosi dietro agenzie parzialmente lette, dietro le telefonate dei colleghi che arrivano a casa Scazzi e Messeri), poi cavalca l’attualità trasformando il collegamento con Avetrana in una fonte primaria di informazione e in una trasmissione d’assalto, forzando la mano alla ricerca della conferma ufficiale non solo della morte della ragazza, ma anche dell’identità dell’assassino.

    In pratica la madre di Sarah scopre in diretta tv che, sulla base delle dichiarazioni di Michele Messeri, i carabinieri si sono messi alla ricerca del cadavere della ragazza. Non solo, ma si trova davanti alle telecamere mentre la Sciarelli dà lo zio Michele come assassino confesso della figlia. Il tutto, peraltro, si svolge a casa del ‘presunto’ assassino, con la figlia Sabrina, unica della famiglia rimasta a casa, disperatamente al telefono con la sorella Valentina, anche lei interrogata nel pomeriggio in Procura, per avere notizie, che fa cenno da dietro le telecamere che sono tutte calunnie, pur sciogliendosi in lacrime.

    Una situazione paradossale, assurda, una trasmissione ai limiti di tutto: sembra di tornare indietro a Vermicino, anche se con le dovute differenze. Anche qui, però, c’è una madre che attende in diretta tv la verità sulla figlia, mentre intorno a lei si scatena il circo dell’informazione, con i giornalisti che la chiamano per avere informazioni, mentre ad aggiornarla è la Sciarelli da uno studio tv. Si cercano conferme ufficiali, si chiamano i carabinieri, il pm, si cerca un contatto con gli interrogati, senza risultato, mentre le agenzie continuano a battere aggiornamenti.

    La Sciarelli chiede a Concetta se vuole chiudere il collegamento, ma la donna sembra impietrita; anche l’avvocato non sa che pesci prendere… e la diretta continua.

    Solo l’intervento dell’avvocato della famiglia Scazzi, che a un certo punto avverte il peso del pressing della Sciarelli, fa sì che il collegamento si interrompa per permettere a Concetta e alla nipote Sabrina di raggiungere Taranto per verificare di persona quel che sta succedendo in Procura. E così l’inviata di Chi l’ha Visto? resta quasi da sola nella casa del presunto assassino: con lei solo Sabrina, la cugina di Sarah, chiusa in camera a piangere perché non riesce a mettersi in contatto col padre, perché ha capito quel che sta succedendo, perché i carabinieri stanno cercando il corpo di sua cugina Sarah nei campi di proprietà del padre… e in tutto questo la Sciarelli chiede all’inviata di raggiungere la ragazza, magari per farle qualche domanda, per chiederle se avesse avuto qualche sospetto, se ci fosse qualcosa che non aveva raccontato. E la tenace Sciarelli rivela tutto il suo ‘istinto’ feroce per l’esclusiva: l’abbiamo apprezzata per la capacità di non mollare l’osso nei casi Claps, Orlandi, Pipìtone, ma questa volta abbiamo l’impressione che si sia lasciata prendere la mano, proprio nella situazione più delicata che Chi l’Ha Visto si sia trovata ad affrontare negli ultimi tempi.

    A un certo punto(23.42) anche l’inviata lascia la casa di Sabrina, che chiude tutto per andare a Taranto, mentre la madre di Sarah è tornata a casa sua in attesa di notizie ufficiali.

    Siamo basiti a dire la verità: ora la diretta continua, è saltato Parla con me, in attesa che arrivi la conferma del ritrovamento del corpo di Sarah, mentre le telecamere di Chi l’Ha visto sono spietatamente puntate sull’ingresso di casa Messeri, nel cui salotto fino a qualche momento fa c’era non solo la troupe del programma ma anche la madre di Sarah.

    Il senso di inquietudine, di stupore, in un certo senso anche di orrore non ci lascia: vabbé che Chi l’Ha Visto è l’antesignano della real tv, del reality show per alcuni versi, ma la pietas dovrebbe avere la precedenza sullo scoop.



    990