Checco Zalone e il caso Barilla: “Gli uomini sessuali” in versione spagnola

Checco Zalone e il caso Barilla: “Gli uomini sessuali” in versione spagnola

Checco Zalone è intervenuto a suo modo sul caso "gay-Barilla" cantando una versione spagnoleggiante de "Gli uomini sessuali"

    Il video di Checco Zalone sul caso Barilla è stato diffuso sul web da pochissimo tempo ma ha già ricevuto valanghe di “Mi piace” e apprezzamenti positivi. L’attore comico barese, infatti, ha pensato bene di approfittare della querelle relativa alle dichiarazioni di Guido Barilla a proposito delle famiglie omosessuali per realizzare un video amatoriale a mo’ di lancio per il suo prossimo film, Sole a catinelle, in uscita il 31 ottobre nei cinema italiani. Zalone, così, ha intonato una versione spagnoleggiante del suo tormentone Gli uomini sessuali, che faceva parte della sua prima opera al cinema, Cado dalle nubi.

    Ma cosa canta il bravo Checco? Sulle note de Gli uomini sessuali, intona, in uno spagnolo (è proprio il caso di dirlo) maccheronico:

    Como es malada esta suciedad contro l’hombres che tene otra sesuidad. Cuanta gente me tormenta, cuanta gente que mi assilla perché me gusta el macaron de la Barilla. Los hombres sexual sono gente tali e qual come nos, nos normal: pueno rider, pueno lagrimar, pueno bater los mano, pure si gli gusta un pochito l’ano. Los hombres sexual no tedra l’assorbente ma però hanno le ali. Amato amigo mio, vieni aqui da Checco a gustare il torciglion della De Secco“.

    Qui sotto, potete apprezzare il video, davvero esilarante.

    Il testo originale della canzone, lo ricordiamo, era questo:

    Quanta cattiveria in questa società nel confronto di chi tiene un’altra sessuità. Quanta gente che vi ingiuria, quanta gente che vi attacca solo perché non vi piace la patacca.

    Gli uomini sessuali sono gente tali e quali come noi, noi normali. Sanno ridere, sanno piangere, sanno battere le mani proprio come alle persone sani. Gli uomini sessuali non ci avranno gli assorbenti ma però ci hanno le ali per volare via con la fantasia da questa loro atroce malattia“.

    Che dire? Furbo e simpatico al tempo stesso, Luca Medici/Checco Zalone, con l’intelligenza che ormai contraddistingue da tempo il suo umorismo (dietro la finta maschera di una facile, e solo apparente, volgarità), ha messo in evidenza l’importanza di non prendersi troppo sul serio e di affrontare con ironia anche le questioni più serie.

    Insomma, decisamente un bello spot (totalmente gratuito) per il suo prossimo film, visto che il video è già diventato un cult in Rete. Diffuso sulla pagina ufficiale di Checco Zalone il 28 settembre, ha totalizzato, al momento in cui scriviamo, più di 8mila “Mi piace” e oltre 9mila condivisioni.

    456

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Checco Zalone

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI