Che tempo che fa ‘educational’: Anna Marchesini ride, Pif si commuove per la mafia

Che tempo che fa ‘educational’: Anna Marchesini ride, Pif si commuove per la mafia
da in Che tempo che fa, Fabio Fazio, Programmi TV, anna-marchesini
Ultimo aggiornamento:

    Marchesini pif

    Capita che nei week end televisivi si respiri aria nuova, soprattutto contenuti piacevoli come nella tv d’altri tempi, senza nostalgismi. Quella fatta anche di valori, più moderni che mai. Succede a Che Tempo che Fa: nelle puntata di sabato 23 Fabio Fazio ha ospitato Anna Marchesini; domenica sera, invece, ospite è stato Pierfrancesco Diliberto, in arte “Pif”.

    Anna Marchesini

    Lei la ricordiamo per i bellissimi siparietti artistici ai tempi de Il Trio, con Tullio Solenghi e Massimo Lopez (nuovo doppiatore de I Simpson), Pif perché ci racconta il mondo “a pezzettini” con Il Testimone su Mtv, in seconda serata. In due vesti diverse da quelle abituali, li abbiamo visti nel week end da Fabio Fazio: lei ha scritto il suo ultimo libro Moscerine, evidentemente trasformata negli anni, a causa di una malattia infame, Anna Marchesini non è cambiata nell’animo e nella comicità che regala al pubblico:

    Sono ghiotta, sono obesa di vita. Sono così interessata alla vita, che me ne interessa anche la morte“, ha detto tra gli applausi del pubblico nello studio di Che Tempo che Fa.

    Pif

    Pif, dal canto suo, ospite nella puntata di domenica, debutterà nelle sale cinematografiche con il suo primo film, dal titolo La mafia uccide solo d’estate. Nel raccontare il suo ricordo indiretto della criminalità organizzata a Palermo, davanti alle telecamere di Che Tempo che Fa il giovane regista si è commosso:

    Mi ricordo un’immagine che ho visto al funerale di Dalla Chiesa, c’era la bara che passa davanti a Chinnici che verrà ucciso un anno dopo – Chinnici era il giudice che inventa il pool antimafia – e dietro c’è Giovanni Falcone. Cioè quando ammazzano Dalla Chiesa abbandonato dallo Stato, Chinnici poteva dire “vabbè sai che c’è? Io mi occupo di altro”, come faceva la maggior parte – probabilmente – dei Magistrati, però andava avanti.

    Ammazzano Chinnici e Falcone cosa fa? Invece di dire “Sai che c’è? Io me ne vado”, andava avanti. E’ una staffetta che io…cioè…rimango…come si fa a dimenticare…non possiamo, non dobbiamo – veramente – dimenticare..“.

    Qui, Pif si commuove, perché ha raccontato la mafia. Vi lasciamo con una scena tratta dal film: il boss Riina in ospedale con il figlio.

    La Mafia uccide solo d'estate_Pif_Fazio

    519

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Che tempo che faFabio FazioProgrammi TVanna-marchesini Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI