Charlie Sheen fa causa a Chuck Lorre e Warner Bros; Rob Lowe non sarà il suo rimpiazzo

Charlie Sheen fa causa a Chuck Lorre e Warner Bros; Rob Lowe non sarà il suo rimpiazzo

Charlie Sheen fa causa a Chuck Lorre e Warner Bros per 100 milioni di dollari più danni; Rob Lowe non sarà il suo rimpiazzo

    charlie sheen vs chuck lorre

    Charlie Sheen ha depositato da poche ore una causa – a suo nome e in nome della crew – contro Warner Bros e Chuck Lorre per 100 milioni di dollari più danni, un risarcimento calcolato sugli otto episodi che non sono stati girati in questa stagione per colpa del suo licenziamento. Un licenziamento che non lo vedrà sostituito da Rob Lowe, Mike Schur, co-creatore e sceneggiatore di Parks and Recreation, ha spiegato sia a Zap2It che durante il PaleyFest che Lowe ha un contratto pluriennale con la serie NBC: “Rob è un membro a tempo pieno della nostra comedy e rimarrà nello show per molti anni, fine della storia“, ha detto Schur.

    Non si fermano le notizie relative a Charlie Sheen e Two and a Half Men, dopo il licenziamento avvenuto lunedì – dovuto alla depravazione morale (incluso ma non limitato alla fornitura di cocaina per terzi), ad un comportamento pericolosamente autodistruttivo che sul set gli creava difficoltà a ricordare le proprie battute con conseguente clima di tensione per cast e crew – l’attore ha fatto causa, a suo nome e a nome della crew, chiedendo 100 milioni di dollari per gli otto episodi non girati a causa dello stop alla produzione prima e del licenziamento poi.

    In realtà, a parte Sheen, il resto del cast e della crew di Two and a Half Men dovrebbero essere pagati, ma secondo quanto rivelato dal The Hollywood Reporter, la causa afferma che “Chuck Lorre, uno degli uomini più ricchi della televisione che vale milioni di dollari, crede di essere così benestante e potente da decidere in maniera unilaterale di non pagare più cast e crew della serie Two and a Half Men solo perché spinto dal suo ego e interesse, facendo diventare la star della serie l’agnello sacrificale“.

    Marty Singer, avvocato di Sheen, ha spiegato al The Hollywood Reporter che la causa si è resa necessaria a causa della falsità delle motivazioni addotte dalla Warner Bros (secondo cui lo stile di vita di Sheen aveva riflessi sulla produzione dello show); nella causa è inoltre scritto che licenziando l’attore la Warner ha violato le leggi di Stato e federali, visto che il suddetto licenziamento è avvenuto mentre Sheen era malato, e che in ogni caso la produzione di alcuni episodi è stata cancellata prima che Sheen offendesse pubblicamente Lorre, solo perché quest’ultimo voleva dedicarsi ai suoi altri show (The Big Bang Theory e Mike & Molly, ndr).

    Intanto, mentre la polizia sta perquisendo casa di Sheen per tutt’altre faccende – si stanno cercando delle armi, che contravverrebbero a un punto dell’ordinanza con cui il giudice ha ordinato all’attore di non avvicinarsi a meno di 100 metri alla moglie e ai figli (che hanno due anni) – Chuck Lorre ha rilasciato un breve comunicato nel quale giudica “fantasiosa” la causa intentata da Sheen e le ricostruzioni in esso contenuta: “La mia preoccupazione principale è la salute di Charlie“, ha scritto l’autore.

    564