Centovetrine: Pietro Genuardi lascia la soap opera, ma non per sua volontà

Centovetrine: Pietro Genuardi lascia la soap opera, ma non per sua volontà

Pietro Genuardi lascia Centovetrine

    Centovetrine: Pietro Genuardi lascia la soap opera, ma non per sua volontà

    Pietro Genuardi lascia Centovetrine. Come un fulmine a ciel sereno, giunge la notizia dell’abbandono della soap opera da parte dell’attore, uno dei pochissimi rimasti del cast originario. Per dodici lunghi anni ha interpretato il personaggio di Ivan Bettini, protagonista di alti e bassi nella narrazione, ma a quanto pare adesso è giunto il momento dei saluti.

    L’annuncio dell’uscita di scena è arrivato dal diretto interessato tramite social network, come è ormai di moda. L’attore ha scritto un messaggio molto chiaro sul suo profilo Twitter:

    ‘Si è chiuso un ciclo. Centovetrine per quanto mi riguarda è arrivato alla fine. Il 26 luglio sarà il mio ultimo giorno di riprese. Grazie.’

    Conciso e diretto, Genuardi ha comunicato così la fine della sua avventura tra i corridoi del centro commerciale torinese. L’annuncio ha subito creato scompiglio, come facilmente comprensibile, con ondate di fan che hanno implorato l’attore di ripensarci e di non lasciare la soap opera. A quel punto si è resa necessaria un’ulteriore precisazione da parte del vip:

    ‘Vorrei fosse chiaro che nn è una scelta mia!’

    La seconda affermazione ha generato ancora più confusione, insieme a un’ondata di rabbia nei confronti della produzione. Perché è ovvio che la decisione sia giunta dall’alto e che Genuardi abbia avuto ben poca voce in capitolo.

    Era il 2001 quando Centovetrine apparve sugli schermi di Canale 5 e da allora non si è mai fermato, nonostante spostamenti di palinsesto e minacce di chiusura negli ultimi tempi.

    Pietro Genuardi entrò in scena fin dal primo episodio indossando i panni di Ivan Bettini. Il suo personaggio era all’epoca tutt’altro che amabile e positivo: irascibile, scontroso, dedito all’alcol e violento con la moglie Rosa (Sabrina Marinucci), si attirò fin da subito le antipatie del pubblico. Eppure, puntata dopo puntata, la situazione si è ribaltata, portando Ivan verso un percorso di redenzione e riscatto personale. L’uomo è infatti uscito dal tunnel in cui si trovava, ha fatto ammenda per i propri peccati e ha raggiunto una posizione professionale invidiabile.
    Si può dire quindi che fra tutti i protagonisti di Centovetrine, Bettini sia stato uno di quelli con una crescita e un’evoluzione maggiori. Nonostante ciò, o forse proprio per questo motivo, gli sceneggiatori ritengono che il personaggio non abbia più nulla da dire e possa essere accantonato. La speranza, sia per Genuardi che per i suoi seguaci, è che si tratti di un allontanamento solo temporaneo e che in futuro Ivan Bettini faccia la sua ricomparsa in quel di Torino.

    453